Indietro
menu
il 2 e il 3 ottobre

In alto i calici per il ritorno nel Borgo di p.assaggi di vino

In foto: i promotori
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 30 set 2020 17:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Questo fine settimana 2 e 3 ottobre, al borgo San Giuliano di Rimini, torna p.assaggi di vino. L’edizione 2020 è la diciottesima ed è slittata in autunno a causa del covid. Dalle ore 18 degustazioni di vino, street food e menù take away.

 

Un calice di vino, un piatto da passeggio e musica diffusa. Sarà così l’edizione anticovid di passagi di vino, la manifestazione eno-gastronomica più longeva del territorio, organizzata dalla strada dei vini e dei sapori dei colli di Rimini. Gli avventori gireranno con la loro sacca porta-calice al collo e una cartina in mano per orientarsi tra i vari microeventi e le zone di assaggio sparse per il borgo San Giuliano. 21 cantine, un oleificio, 4 punti vendita calici, un punto vendita food, 15 ristoranti ed esercenti coinvolti nel take away a tema. Un calice costa 15 euro e dà diritto a 4 coupon di assaggio. Nel 2019 sono stati venduti 5.000 calici in un’edizione che ha registrato 40 mila presenze. L’edizione di quest’anno segna la voglia di rinascita, come hanno spiegato i promotori Sandro Santini, Presidente strada dei vini e dei sapori dei colli di Rimini ed Enrica Mancini, Rappresentante ristoratori del borgo. Un’idea fortemente condivisa anche dall’amministrazione comunale presente con l’assessore alle attività economiche Jamil Sadegholvaad.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.