Indietro
sabato 24 ottobre 2020
menu
Il test al "Magi"

Il Sant'Ermete vince di misura l'amichevole sul campo del Gabicce Gradara (0-1)

In foto: Un momento dell'amichevole
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 10 set 2020 10:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

GABICCE GRADARA-SANT’ERMETE 0-1

IL TABELLINO
GABICCE GRADARA: Celato, Fulvi (15’ st. Tatò Giuseppe), Costa (1’ st. Granci), Grassi (27’ st. Della Chiara), Passeri (35’ st. Freducci), Freducci (1’ st. Sabattini), Vegliò (1’ st. Carburi, 40’ st. Ugoccioni), Magi Luca, Cinotti (27’ st. Intilla), Innocentini, Bastianoni (1’ st. Roselli, 10’ st. De Mattei). All. Scardovi.

SANT’ERMETE (primo tempo): Delai, Canducci, Amaduzzi, Contadini, Merendino, Gattei Colonna, Benvenuti, Ferrani, Mezgour, Kapitonov, Bua.

SANT’ERMETE (secondo tempo): Romani, Bellanti, Castiglioni, Tentoni, Bonifazi, Zavattini, Fuchi, Vukaj, Molari, Marcaccio, Baffoni. All. Pazzini.

ARBITRO: Parello di Rimini.

RETE: 22’ st Molari.

CRONACA E COMMENTO
Sotto i riflettori dello stadio “Magi” il Gabicce Gradara finisce battuto di misura dal Sant’Ermete con una rete di Molari nella ripresa (0-1). Una sfida avvincente con le due squadre alla ricerca della migliore condizione: nel primo tempo, giocato con buona intensità su entrambi i fronti, più intraprendente il Gabicce Gradara, che ha tenuto maggiormente il pallino del gioco creando più di un pericolo alla porta di Delai; nella ripresa il Sant’Ermete ha fatto valere la sua maggiore forza fisica contro un avversario che ha schierato numerosi under trovando la rete decisiva con l’attaccante Molari.

In apertura (4’), combinazione Vegliò-Bastianoni con tiro a girare di quest’ultimo deviato in angolo. Al 14’ una punizione di Costa da fuori area viene respinta dal portiere; al 17’ Luca Magi in piena area calcia debolmente, al 20’ un cross dalla sinistra di Bastianoni è deviato in angolo da Merendino: la palla per poco non beffa il portiere. Il Sant’Ermete è pericoloso al 37’ con Bua che spedisce a lato un diagonale dopo una poderosa cavalcata sulla corsia destra. La frazione si chiude con una efficace azione corale della squadra di Scardovi: il tiro di Costa è deviato in angolo.

Nella ripresa cambiano numerosi protagonisti e nella seconda parte della frazione il Gabicce Gradara schiera anche sei under. Il ritmo si abbassa, il Sant’Ermete fa valere la sua maggiore vigoria fisica e crea di più sotto porta. Molari al 18’ in acrobazia in area su cross di Vukaj costringe Celato all’intervento in angolo e al 22’ l’attaccante sorprende la difesa avversaria sfruttando una assist di testa di Castiglioni su cross di Fuchi. Al 25’ ancora Molari calcia alto su servizio di Tentoni mentre dall’altra parte il baby De Mattei calcia a lato dopo una efficace azione personale. E’ la mezzora e da lì in poi non succede più nulla di sgignificativo.

A fine gara il tecnico del Gabicce Gradara Massimo Scardovi commenta: “Bene il primo tempo in cui abbiamo creato quattro, cinque situazioni che avremmo potuto sfruttare meglio; nella ripresa il ritmo è calato, ho cambiato parecchio per valutare al meglio i nostri giovani che per lo più si stanno inserendo bene nel contesto: il tempo per crescere c’è. Il gol? Sull’azione, forse viziata da fuorigioco, non siamo stati irreprensibili. Scoccia perdere, anche se si tratta di una amichevole, ma il risultato adesso conta il giusto. Contro un avversario fisico come il Sant’Ermete abbiano commesso l’errore di adattarci al loro modo di giocare, invece avremmo dovuto cercare di sfruttare al meglio le nostre caratteristiche di squadra che cerca sempre il gioco”.

Sabato il Gabicce Gradara sarà di scena ancora al “Magi” (ore 16) contro il Vis Misano.