Indietro
menu
In piazza Francesca da Rimini

Il futuro della città. In 350 all'incontro con Gnassi e Zamagni

In foto: un momento dall'incontro
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 9 set 2020 13:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Il tema della responsabilità, del valore di essere comunità al centro del primo incontro del ciclo “Non aver paura di tirare un calcio di rigore”. Circa 350 persone hanno assistito al confronto sul futuro della città, organizzato dal centro culturale Paolo VI, tra l’economista Stefano Zamagni e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, moderati con grande competenza da Silvia sanchini.
Ad aprire la serata il vice sindaco Gloria Lisi.
Si è parlato – spiega la Lisi – di civitas e comunità, del diritto di ognuno di sentirsi parte di un qualcosa di grande. Discorsi che non sono rimasti nella sfera delle dissertazioni filosofiche, ma che sono stati tradotti in prospettive, in semi per far germogliare quell’attivismo che aspetta solo di avere lo spazio per esprimersi”.
Di responsabilità ha parlato Stefano Zamagni, richiamando l’“I care” di don Milani, la necessità cioè di promuovere una cultura del prendersi cura,  di una civitas che si regge sul potere delle relazioni e che per farlo ha bisogno di tre gambe: il pubblico, il privato e la società civile, che mettano insieme le forze attraverso forum partecipativi aperti al contributo di tutte le espressioni della comunità.
Responsabilità è anche il motore su cui si regge l’azione di chi amministra una città. Il sindaco Gnassi lo ha ricordato, ripercorrendo le tappe di un percorso che ha portato Rimini ad intraprendere un cambiamento strutturale, dallo stop al consumo del territorio, alla ricucitura con le periferie che tali non sono, passando per la valorizzazione dei motori culturali. Un lavoro che non può e non deve fermarsi nei prossimi anni e che dovrà essere portato avanti anche da chi sarà prossimamente chiamato alla guida della città-
Per il prossimo appuntamento del ciclo l’invito è stato rivolto alla vicepresidentessa della Regione Emilia Romagna Elly Schlein.
Ieri sera su proposta del sindaco è nata anche una mail ( nonaverpauraditirareunirigore@gmail.com) e un hashtag #NonAverPauraDiTirareUnCalcioDiRigore per iniziare a raccogliere contributi, opinioni e stimoli per costruire un futuro con coraggio, altruismo e fantasia.
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Redazione