Indietro
menu
Variazioni in consiglio

A Riccione sconti su tasse e tributi per 2,7 milioni. Santi: grazie a bilancio virtuoso

In foto: Luigi Santi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 23 set 2020 14:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Bilancio Comunale di Riccione ha abbattuto tasse e tributi che sarebbero pesati molti sulle famiglie vista anche la coincidenza dell’emergenza Covid“. Ad affermarlo l’assessore al Bilancio del Comune Luigi Santi che offre anche alcuni numeri. Si tratta di 9 milioni di euro totale coperti grazie ad una parte di contributi dello Stato che ammontano a 4 milioni e 500 mila, 3 milioni e 182 mila euro con la moratoria parziale sui mutui, il resto grazie al Bilancio comunale.

Abbiamo provveduto – continua l’assessore – ad effettuare sconti di tasse per oltre 2 milioni e 700 mila euro. Sconti che hanno inciso sulla Tari, la Cosap, occupazione suolo pubblico per tutte le attività, per gli alberghi parcheggi al 50% e l’azzeramento delle rette scolastiche per i mesi di chiusure“.

Due variazioni di Bilancio saranno portate domani sera in consiglio comunale. “La prima riguarda le minori entrate stimate dal Comune a causa dell’emergenza Covid – spiega Santi – e la seconda riguarda il recepimento di alcuni contributi per l’abbattimento di barriere architettoniche, lavori nelle scuole e gli aiuti alle famiglie che derivano direttamente dal Bilancio comunale. Per quanto riguarda il riequilibrio generale dei conti conseguente l’emergenza sanitaria, con i trasferimenti statali e grazie alla parziale moratoria dei mutui, siamo in grado di dire che il nostro Bilancio è in equilibrio perfetto. Non solo, è proprio grazie ai nostri conti pubblici sani, utilizzando le nostre riserve e gli avanzi di gestione, abbiamo abbattuto la pressione fiscale su cittadini, famiglie e imprese“.