Indietro
martedì 27 ottobre 2020
menu
Giro d'Italia Giovani Under 23

Terza tappa: il bis di Luca Colnaghi nella Riccione-Mordano

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 31 ago 2020 22:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Luca Colnaghi firma la sua doppietta personale all’arrivo della terza tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel, la Riccione-Mordano. Tappa tutta in Emilia-Romagna che premia il portacolori della Zalf Euromobil Désirée Fior, che tagliando il traguardo in maglia Rossa Pinarello conquista il suo terzo successo stagionale e va a vestire anche la maglia Rosa Enel.

Da Riccione prende il via una tappa semplice solo sulla carta, considerando una serie di strappi presenti fin dalle prime fasi di gara, e resa ancora più impegnativa dalla forte pioggia che non ha mai abbandonato i corridori lungo il percorso.

E infatti il gruppo si divide in tre tronconi già dopo 10 km, caratterizzando in questo modo la prima parte della gara; il gruppo torna compatto a circa 60 km dall’arrivo, dopo le prime due ore di corsa volate a 47 km/h di media.
Gli attacchi non tardano ad arrivare verso Monte Carla e Monticino, che al GPM vede transitare per primo Tom Pidcock (Trinity Road Racing). Salendo verso il GPM Mazzolano è Tobias Bayer (Tirol KTM Cycling Team) a guadagnare il massimo dei punti per la classifica dei GPM, andando così a indossare la maglia Verde Work Service. Si va a formare un quintetto con Bayer, Henri Vandenabeele (Lotto Soudal), Luca Colnaghi (Zalf Euromobil Désirée Fior), Tom Pidcock (Trinity Road Racing) e Antonio Puppio (Kometa-Xstra Cycling Team), che guadagna circa un minuto e viaggia fortissimo fino al traguardo di Mordano, nonostante l’inseguimento del gruppo.
Colnaghi conquista il successo su Pidcock, Bayer, Puppio e Vandenabeele, a ulteriore conferma del suo ottimo momento di forma; Michele Gazzoli precede il resto del gruppo nello sprint per il sesto posto, a 26”.

Le maglie:
Maglia Rosa Enel – Classifica generale: Luca Colnaghi (Zalf Euromobil Désirée Fior)
Maglia Rossa Pinarello – Classifica a punti: Luca Colnaghi (Zalf Euromobil Désirée Fior), la indossa Tom Pidcock (Trinity Road Racing)
Maglia Verde Work Service – Classifica GPM: Tobias Bayer (Tirol KTM Cycling Team)
Maglia Blu GLS – Classifica intergiro: Cristian Rocchetta (General Store-Essegibi-F.lli Curia)
Maglia Bianca AIDO – classifica dei giovani: Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Désirée Fior)
Maglia Multicolore ENIT – classifica combinata: Alejandro Ropero Molina (Kometa Xstra Cycling Team)

Martedì 1 settembre 2020 – 4a tappa: Bonferraro di Sorgà (Vr) – Bolca (Vr) 159,6 km
Per la quarta tappa il Giro d’Italia U23 si sposta in Veneto: partenza da Bonferraro di Sorgà (Vr), sede dell’azienda Alé che realizza le maglie dei leader delle classifiche del Giro Giovani, e conclusione sul territorio del GAL Baldo Lessinia, a Bolca, un ‘gioiello’ veneto candidato a Patrimonio Unesco per i suoi reperti fossili.
È la prima vera frazione di montagna e, con i suoi 2.750 metri di dislivello distribuiti lungo i 159,6 km della tappa, darà i primi concreti segnali per la classifica generale.

Il percorso è piatto per i primi 50 km, fino a Soave; da lì la strada comincia a salire, portando i corridori ai 1580 metri del GPM Passo del Branchetto; la pendenza media degli ultimi 20 km prima del GPM è del 5,3%. La corsa scenderà dal versante di Borgo Chiesanuova, prima di affrontare il GPM di 3a categoria della Bettola (3,8 km di salita, pendenza media 5,2%). Ancora discesa verso Badia Calavena e l’ultima salita, di circa 4 km, è La Collina (4,2 km al 6,8% di pendenza media), GPM di 2a categoria posto a 12 km dal traguardo. E sono all’insù anche gli ultimi 4 km: pendenza media del 7,6% da Vestenanova (483 m) al traguardo di Bolca (803 m), che è anche GPM di 1a categoria.

Notizie correlate
di Giuseppe Colonna   
VIDEO
di Giuseppe Colonna   
VIDEO
di Icaro Sport   
VIDEO