Indietro
menu
sgomberata ex colonia enel

Sui viali prostitute e pallinari, blitz della polizia Locale

In foto: Un pallinaro all'opera (repertorio)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 11 ago 2020 15:20 ~ ultimo agg. 15:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le prostitute non hanno mai abbandonato i viali delle Regine a Rimini, ma da qualche tempo sono tornati a farsi vivi anche i pallinari, sempre a caccia di “polli” da spennare. Sabato e domenica scorsi, un blitz della polizia Locale, condotto da sei agenti in borghese e dalla Squadra di polizia giudiziaria, ha interrotto il gioco “delle tre campanelle” e permesso di identificare tre batterie di pallinari, pizzicati a Marina Centro, lungo viale Vespucci e viale Regina Elena. I sei truffatori sono stati allontanati mentre erano all’opera, ma prima sono stati multati ciascuno di mille euro, come prevede il regolamento comunale. Si tratta di due cittadini italiani e di quattro stranieri provenienti dall’est Europa.

Di notte il servizio è proseguito fino all’alba nella zona di Marebello, Rivazzurra e Miramare, dove sono state fermate ed identificate 23 prostitute, a cui è stata elevata la sanzione di 401 euro a testa prevista dall’ordinanza sindacale. Multato di mille euro anche un cliente sorpreso a contrattare la prestazione in strada.

Nel pomeriggio di lunedì, invece, la squadra di polizia giudiziaria, con due unità cinofile al seguito, è intervenuta nell’ex colonia Enel (davanti al bagno 107) a seguito di diverse segnalazioni circa la presenza di persone sospette. Ed in effetti qualcuno si era introdotto forzando una delle entrate posteriori lato mare. Dentro l’edificio sono stati sorpresi a bivaccare tre extracomunitari senza documenti. Accompagnati in questura per essere identificati e fotosegnalati, sono risultati avere alle spalle precedenti per rissa e spaccio. Si tratta di tre senegalesi denunciati per invasione di edifici e fabbricati. Al momento del controllo, compiuto con l’aiuto dei cani antidroga, non sono state trovate sostanza stupefacenti ma solo attrezzatura e sostanze usate per il taglio, oltre ad una bici poi risultata rubata.

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO