Indietro
menu
Ordinanza di Speranza

Stop a discoteche e obbligo mascherine con rischio assembramento

In foto: discoteche della Riviera in agosto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 16 ago 2020 19:47 ~ ultimo agg. 17 ago 13:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sospensione delle attività del ballo, all’aperto e al chiuso, che abbiano luogo in discoteche e in ogni altro spazio aperto al pubblico, senza più possibilità di deroghe per le regioni se non in senso restrittivo. E obbligo di mascherine anche all’aperto dalle 18 alle 6 nei luoghi dove c’è rischio di assembramento: “negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari)”. E’ il contenuto di una nuova ordinanza firmata dal ministro alla Salute Roberto Speranza valida fino al 7 settembre. Per i locali che dovranno registrare perdite il governo intende riconoscere un sostegno economico.

L’ordinanza completa

A far propendere per la misura, da una parte la ripresa dei contagi e dall’altra le situazioni di difficile gestione registrate in diverse regioni, compresa la Riviera romagnola. Commenta il Ministro Speranza: “I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza”. Ma il settore dei locali da ballo, già prima dell’ufficializzazione della notizia aveva espresso tutta la sua preoccupazione:  secondo le stime del Silb, sono a rischio quattro miliardi di euro.

 

 

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO