Indietro
menu
21 collegati a rientri da estero

Solo due i casi a Rimini, ma in Regione sono 71

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 15 ago 2020 17:15 ~ ultimo agg. 16 ago 16:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

1Sono due i contagi da coronavirus registrati oggi in provincia. Si tratta di due persone, entrambe sintomatiche.

I nuovi pazienti sono uno di sesso maschile e uno di sesso femminile, uno diagnosticato per sintomi e l’altro per contact tracing da caso già accertato (era in vacanza in Grecia con la paziente comunicata ieri). Sono uno in isolamento domiciliare e l’altro ricoverato.
Vi sono state inoltre 2 guarigioni.

Dati in crescita in Regione dove ci sono 71 casi in più rispetto a ieri, di cui 40 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Erano diverse settimane che non si aveva un dato così alto. 43 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 29 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti, 21 sono collegati a vacanze rientri dall’estero (per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen, mentre per chi rientra da Croazia, Spagna, Grecia e Malta è stato introdotto un tampone senza isolamento domiciliare preventivo).

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano in 5 città: a Ferrara (11 casi), a Reggio Emilia (11), a Bologna (10), a Modena (10), a Ravenna (9).  

In provincia di Ferrara, su 11 casi positivi (7 sono sintomatici e 4 asintomatici) 10 sono in isolamento domiciliare e 1 era stato ricoverato in ospedale per malattie pregresse e poi trasferito in reparto pneumologia covid in seguito a tampone positivo. Inoltre, 6 sono i casi collegati a vacanze o rientri dall’estero: 1 caso è importato dalla Croazia, 1 dall’Albania, 1 da Malta, e 3 sono rientri dalle vacanze in Italia.

In quella di Reggio Emilia, degli 11 casi (9 asintomatici e 2 sintomatici) 7 erano già in isolamento al momento della diagnosi, 5 sono riconducibili a focolai già noti e 4 sono collegati a rientri dall’estero o vacanze (1 dall’Ucraina, 1 dalla Tunisia, 2 dall’Italia).

In provincia di Bologna su 10 casi uno, asintomatico, è stato diagnosticato dall’Azienda USL di Bologna ma trasferito nell’azienda sanitaria di competenza in un’altra Regione. Dei restanti 9 casi (5 sintomatici e 4 asintomatici), 7 persone sono state poste in isolamento domiciliare, 2 sono ricoverate non in terapia intensiva. Nel dettaglio: dei 5 sintomatici, 2 sono riconducibili a focolai familiari, 2 sono attribuiti a un focolaio già noto e 1 è inserito come caso sporadico. I 4 restanti casi asintomatici sono tutti attribuibili a focolai già noti.

In provincia di Modena, su 10 casi (7 sintomatici e 3 asintomatici) 3 sono collegati ad un focolaio familiare, 3 ad altri focolai già noti, 3 sono rientri dall’estero (2 dall’Albania e uno dalla Croazia), uno è stato rilevato nell’ambito dello screening nel comparto carni.

In provincia di Ravenna, tutti i 9 casi (1 sintomatico e 8 asintomatici) erano già in isolamento al momento della diagnosi. Nel dettaglio: 5 casi sono stati rilevati nell’ambito del contact tracing rispetto a focolai già noti, 2 casi sono rientri dall’estero (1 dal Senegal e uno da Malta), 1 da screening per categorie lavorative. L’unico caso sintomatico deriva da tampone prescritto dal medico di famiglia a paziente con sintomatologia sospetta.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

tamponi effettuati ieri sono 6.089, per un totale di 765.122. A questi si aggiungono anche 1.146 test sierologici.

Purtroppo si registra un nuovo decesso in provincia di Ravenna. Il numero totale sale a 4.453. In realtà un dato molto più alto rispetto a quello comunicato ieri (quando erano 4.298), ma dovuto al fatto che la provincia di Parma ha comunicato un numero importante di decessi nel mesi di marzo, aprile e maggio che non erano stati inseriti precedentemente nel computo. Lo ha reso noto la protezione civile nel comunicato sulla situazione a livello nazionale.

Restano 4 i pazienti in terapia intensiva, e scende ancora il numero di quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 75 (-1).

Le persone complessivamente guarite salgono a 24.178 (+28 rispetto a ieri): 89 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.089 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.695 a Piacenza (+7, di cui 4 sintomatici), 3.827 a Parma (+5, di cui 2 sintomatici), 5.206 a Reggio Emilia (+11, di cui 2 sintomatici), 4.230 a Modena (+10, di cui 7 sintomatici), 5.438 a Bologna (+10, di cui 5 sintomatici); 441 casi a Imola (+1, non sintomatico), 1.117 a Ferrara (+11, di cui 7sintomatici); 1.215 a Ravenna (+9, di cui 1 sintomatico), 1.001 a Forlì (+2,  nessun sintomatico), 858 a Cesena (+3, di cui 1 sintomatico) e 2.357 a Rimini (+2, entrambi sintomatici)

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione