Indietro
menu
Ognuno faccia la sua parte

Responsabilità, non "sparate a zero". Ripartenza scuola: le proposte di Marcello

In foto: Nicola Marcello
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 29 ago 2020 18:06 ~ ultimo agg. 18:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Marcello, consigliere comunale e medico competente per il liceo Serpieri di Rimini, affida a un post su Facebook le sue riflessioni sulla situazione delle scuole a due settimane dalla data prevista per la riapertura. Un posto che è soprattutto un appello alla repsonsabilità con alcune proposte concrete per garantire a tutti il diritto all’istruzione. Senza alzare i toni o mettere tutti contro tutti: atteggiamenti che in questo momento servono a ben poco.

Fra 15 giorni o anche meno ricomincerà l’anno scolastico e credo che ognuno debba farsi parte diligente affinché le cose vadano bene ! Personale scolastico, genitori ed istituzioni devono remare nella stessa direzione per raggiungere “il diritto all’istruzione ed al lavoro nella piena tutela della salute”!
Troppo facile spesso per chi sta in minoranza in ogni livello istituzionale dire la sua, sparare a zero e dire che si poteva o può fare il altro modo! Andando in ordine credo :
1 le scuole paritarie devono essere tutelate al pari delle scuole pubblico/statali.
2 tutto il personale scolastico che può avere contatti plurimi nel corso della giornata deve fare almeno il test sierologico gratuitamente a cadenza mensile ( che senso ha farlo senza obbligo una tantum?).
3 tutti i genitori e gli alunni in eta’ adulta debbano debbono impegnarsi a non mandare i propri figli a scuola al minimo sintomo febbrile o rialzo termico .
4 al fine di favorire il giusto distanziamento anche la didattica mista (3 giorni a scuola e 3 a distanza nella stessa settimana) può prevenire efficacemente tanti inconvenienti!
5 i lavoratori “ fragili “ della scuola, gli alunni con problemi sanitari ed i minori di 6 anni vanno tutelati a prescindere .
6 tutti gli spazi pubblici ( es. Palas, ex Caserma Giulio Cesare etc) se necessari devono essere utilizzati per la didattica con distanziamento .
7 i trasporti devono essere raddoppiati anche ricorrendo alla collaborazione di privati !
8 no allo scontro tra studenti , famiglie , personale scolastico ed istituzioni!

 

Altre notizie
Tra troppe presunte certezze

Andrà tutto boh!

di Gianluca Angelini
Notizie correlate
di Redazione