Indietro
menu
anche inosservante a normativa covid

Incontra il suo rapinatore alla fermata del tram e lo fa arrestare

In foto: polizia
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 1 ago 2020 17:05 ~ ultimo agg. 18:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un 22 enne ucraino ha chiamato la polizia per chiedere aiuto mentre si trovava all’interno di una banca in via Roma (angolo via Dante) e mentre il suo aguzzino, un 26 enne napoletano senza fissa dimora, lo aspettava fuori.

L’uomo era lo stesso che aveva tentato di rapinarlo anche una settimana prima, il 23 luglio, di notte, minacciandolo con un coltellino svizzero. Quella sera il 22enne gli aveva fornito i codici sbagliati facendo bloccare la carta. A questo punto, volendo a tutti i costi il denaro, costringeva la vittima ad attendere l’apertura della Banca fino alle ore 9 obbligandolo ad effettuare il prelievo di 600 euro, trattenendo i telefoni, in modo che non potesse avvertire le forze dell’Ordine. Una volta all’interno dell’istituto, la vittima chiedeva di poter sbloccare le carte, ma il dipendente riferiva di non poterlo fare in tempi brevi. L’ucraino, uscito dalla banca riferiva il tutto al suo aguzzino, che, capendo di non poter avere soldi, si era allontanato portando con sé i due telefoni cellulari, la carta bancomat e la carta di credito ricaricabile.

I due si sono incontrati nuovamente ieri pomeriggio alle 15, alla fermata dell’autobus a Miramare, nei pressi del Parco Murri e il napoletano lo ha costretto a salire sull’autobus per recarsi in banca ad effettuare il prelievo di denaro minacciandolo di nuovo di morte se non gli avesse consegnato i contanti.

I poliziotti sono riusciti a bloccare il malvivente che, alla vista delle Volanti, ha tentato la fuga verso la stazione dove è stato bloccato.
L’uomo residente a Napoli, senza documenti,  è stato dichiarato in stato di fermo. Carico precedenti di Polizia specifici, risulta essere stato denunciato per rapina, a marzo 2019, a Napoli. Ha altri precedenti per ricettazione, furto aggravato, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed anche segnalazioni amministrative per inosservanza della normativa Covid. 

 
Notizie correlate
di Redazione   
######