Indietro
menu
Costo di 9 milioni

Nuovi sottopassi a Viserba, approvato progetto. Lavori a settembre

In foto: il passaggio a livello
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 26 ago 2020 13:06 ~ ultimo agg. 27 ago 10:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Giunta comunale ha approvato nell’ultima seduta il progetto esecutivo per la realizzazione dei due sottopassi che consentiranno la soppressione dell’attuale passaggio a livello tra via Morri – via Polazzi a Viserba.

La nuova opera, dal costo complessivo di 9 milioni di euro, verrà realizzata da Rfi – Rete ferroviaria italiana, grazie a una convenzione con il Comune di Rimini, svolgerà la funzione di Stazione Appaltante. Oltre alla gestione dell’intervento Rfi finanzierà l’opera per 5,5 milioni di euro, mentre saranno a carico del Comune di Rimini i rimanenti 3 milioni e mezzo che saranno finanziati con l’ultima parte dei 18 milioni del Bando delle Periferie.

Grazie a quest’opera – spiega l’Amministrazione Comunale di Rimini – si potrà contare così su un nuovo asse viario che dal centro città, percorrendo via Maestri del Lavoro – Zangheri – Ceccaroni – Tombari – Elvis Presley – Missirini, potrà innestarsi sul nuovo asse in corso di completamento Mazzini – Caprara – Serpieri – Domeniconi e, da lì, proseguire sulla via Diredaua allargata, fino a Torre Pedrera e fino alla Tolemaide al confine con Bellaria. Un’opera che rende possibile l’intervento in corso di riqualificazione del lungomare dove al posto della strada a doppio senso di marcia, è in corso di realizzazione una passeggiata continua di 6,3 km, con l’inserimento di una pista ciclabile, la creazione di piccoli spazi pubblici di accesso e raccordo con la spiaggia, arredi e nuova illuminazione.

Nello specifico il progetto prevede la costruzione di un sottopasso in grado di garantire il collegamento tra l’asse stradale adiacente alla linea ferroviaria Ravenna – Rimini, a nord-est della stessa, e Via Libero Missirini, a sud-est del “Centro Studi” di Viserba. Il sottopasso carrabile si collocherà all’altezza di Viale Garibaldi, tra Viale Ghelfi e Viale Lamarmora. Precisamente, la rampa lato mare inizierà la sua discesa in posizione intermedia tra Viale Ghelfi e Viale Garibaldi, mentre quella lato monte sarà collocata all’altezza dello spazio compreso tra la Scuola Media “E. Fermi” e il Liceo Psicopedagogico “M. Valgimigli”. La lunghezza complessiva del tracciato dell’opera nella sua porzione interrata avrà uno sviluppo lineare di circa 146 metri di lunghezza, 68,5 m dei quali coperti. La larghezza del percorso andrà da un minimo di 7,40 metri ad un massimo di 8 metri nel tratto rettilineo al di sotto della linea ferroviaria.

Accanto a quello carrabile, il sottopasso ciclopedonale, che sarà realizzato per consentire l’attraversamento in sicurezza della linea ferroviaria in corrispondenza dell’attuale passaggio a livello presente tra Via Morri e Viale Polazzi che sarà dunque soppresso. Il sottopasso, accessibile attraverso gradini e rampe aventi pendenza del 6% per cicli e disabili, avrà una larghezza di 3 metri e un’altezza di 2,50.

Grazie alle modalità dell’accordo tra Comune di Rimini e Rfi previste in convenzione, i lavori in capo a quest’ultima potranno prendere avvio già entro il prossimo mese di settembre e, per la realizzazione del sottopasso carrabile e di quello ciclopedonale, comporteranno l’interruzione del traffico ferroviario nel tratto compreso tra la vicina stazione di Viserba e la stazione di Rimini in quanto sarà necessario procedere allo smontaggio dei binari e all’interruzione dell’alimentazione della linea con rimozione di cavi interferenti con le operazioni di cantiere. Una prima fase a cui farà seguito l’esecuzione di scavo di sbancamento vero e proprio e le successive fasi lavorative previste dal progetto.

Il tratto tra le stazioni di Rimini e Viserba sarà sopperito dall’istituzione di una linea di trasporto pubblico locale su gomma.

 

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO