Indietro
menu
Nei luoghi della cultura

Il pomeriggio riminese di Alberto di Monaco

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 12 ago 2020 08:38 ~ ultimo agg. 08:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La visita del principe Alberto di Monaco è iniziata al Fulgor, accolto dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi, Al principe è stato mostrato il video proiettato in occasione dell’inaugurazione del Fulgor (gli spezzoni di film sulla colonna sonora di La La Land) ed è stato presentato il progetto del Museo Fellini.

Passando da piazza Cavour, si è poi arrivati al teatro Galli, dove il principe ha scattato qualche foto col telefonino riprendendo dalla platea verso il palco, dove per l’occasione era stato aperto il portellone che consente la visuale del castello Malatestiano. Il principe ha poi voluto salire sul palcoscenico, ha ascoltato la storia del Teatro e della sua inaugurazione: il sindaco e l’assessore Piscaglia hanno poi ricordato le origini riminesi di Cecilia Bartoli (che tra l’altro sarà la prima donna a dirigere l’Opéra di Monte-Carlo). Ha poi firmato il libro d’oro, già firmato dal presidente Mattarella lo scorso anno, scrivendo “Con gratitudine e tantissimi auguri”.

Ci si è poi spostati al vicino Part, per un giro all’allestimento delle opere della collezione San Patrignano, realizzate da artisti molti dei quali noti al principe. Alberto di Monaco ha poi voluto fotografare il Giudizio Universale esposto all’Arengo e ha mostrato più volte apprezzamento per la sede espositiva, così come per il volto storico e culturale della città che si aggiunge al più conosciuto lato balneare. “Avete proprio tutto”.

Al termine del giro, prima di dirigersi al Grand Hotel, un brindisi di saluto e lo scambio dei doni. Il principe ha consegnato al sindaco un libro sulla madre Grace Kelly” (il titolo Les annèes. Grace Kelly. Princesse de Monaco, che ripercorre gli anni e la vita di Grace Kelly) e una medaglia celebrativa del matrimonio. Al principe è stato donato il libro sul Teatro Galli e il Libro dei Sogni di Federico Fellini. All’uscita il principe ha scambiato qualche battuta con una donna che lo attendeva fuori gli ha chiesto se aveva assaggiato la piadina. Per poi chiedergli. “Posso aprire un chiosco di piadina al principato? Mi dà la concessione?”.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione