Indietro
menu
Il "pallino" lo ha il governo

Concorrenza tra aeroporti. L'assessore Frisoni: siamo preoccupati

In foto: Roberta Frisoni
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 21 ago 2020 18:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’aeroporto Ridolfi di Forlì si assicura da dicembre il collegamento di linea con Monaco di Baviera, strategico anche per Rimini (vedi notizia), e riesplode una concorrenza tra scali che preoccupa il comune di Rimini.  “Si sta verificando quello che temevamo” spiega l’assessore Roberta Frisoni ricordando che situazioni simili, purtroppo, si sono viste anche in passato e non hanno portato ad esiti positivi. Con l’aggravante, nel breve periodo, delle difficoltà che il traffico passeggeri vivrà almeno per il prossimo paio di anni a causa delle conseguenze della pandemia. A chi pensava che il Ridolfi si sarebbe concentrato solo sui cargo, l’assessore ricorda che difficilmente uno scalo di queste dimensioni può sostenersi senza traffico aviation. L’auspicio, spiega l’assessore, è che il Governo rimetta mano (come detto anche dal ministro De Micheli) al piano aeroportuale nazionale riconoscendo Rimini come una sorta di hub per il turismo proveniente dall’est. “Le vocazioni degli scali devono essere chiare – dice la Frisoni – e si deve evitare il cannibalismo di rotte.” La concorrenza tra due scali così vicini,spiega ancora, rischia di danneggiare tutto il territorio romagnolo. L’aeroporto di Rimini, in prospettiva, ha potenzialità importanti sia per l’area turistica che rappresenta, sia per i possibili collegamenti con il nodo dell’alta velocità. Si tratta di progetti di medio lungo termine per sfruttare i quali è necessario superare bene questo paio d’anni complicati. Una rivalità così vicina rischia di essere un problema.