Indietro
giovedì 22 ottobre 2020
menu
Comune di Rimini

Bonus sport, l'assessore Brasini lancia la proposta "Adotta un playground"

In foto: I nuovi playground del centro sportivo di via Cuneo
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 ago 2020 12:33 ~ ultimo agg. 29 ago 12:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono stati appena ultimati ma sono già utilizzati a pieno ritmo dai tantissimi riminesi i nuovi playground del centro sportivo di via Cuneo. Nuovi spazi all’aria aperta, che si aggiungono a quelli già riqualificati o ad oggi interessati da lavori di adeguamento, al centro del piano di interventi pensato per potenziare l’impiantistica sportiva della città, sia quella indoor, sia quella outdoor, che sarà sempre più centrale nelle politiche di promozione dello sport.

“Già nella primavera scorsa, nel periodo più duro della pandemia, avevamo iniziato a ragionare sulla necessità di pensare ad una nuova fruizione degli spazi outdoor – sottolinea l’assessore Gian Luca Brasini –. L’attività sportiva all’aperto è parte della filosofia che accompagna il percorso di sviluppo della città e il nuovo modo di vivere gli spazi urbani, basti pensare alle palestre a cielo aperto del Parco del Mare o le tantissime iniziative di quest’estate che hanno portato yoga, pilates e altre discipline nei parchi, alla Darsena, in spiaggia. Questo modo di vivere lo sport deve proseguire anche oltre la stagione estiva e ancor di più oggi, alla luce delle esigenze emergenti legate alla sicurezza e alla tutela della salute della comunità.

Il Comune di Rimini sta compiendo uno sforzo importante sull’impiantistica sportiva, riuscendo in questi ultimi anni a intervenire con opere di ristrutturazione e adeguamento su oltre il 60% degli ottanta impianti comunali, sia indoor – a partire dalle palestre scolastiche – sia outdoor. Tra gli ultimi penso ai nuovi campi di rugby, baseball e tennis a Rivabella i cui lavori sono praticamente conclusi e che a giorni riconsegneremo alla città.

Ma sono ancora tanti gli spazi che possiamo e vogliamo potenziare, proprio per ampliare le possibilità degli sportivi di allenarsi e allo stesso tempo per dare maggiori opportunità alle associazioni sportive, alle prese con difficoltà di gestione e incombenze che rischiano di metterle in ginocchio. In questa direzione potrebbe diventare fondamentale l’apporto dei privati, sulla scia ad esempio di quanto avvenuto con la partnership Technogym-Comune per l’area wellness aperta nel primo tratto del Parco del Mare e una spinta potrebbe arrivare dallo sport bonus, provvedimento inserito nella legge di Bilancio e che prevede un credito di imposta del 65% per le erogazioni liberali effettuate per interventi di manutenzione, restauro o realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Con l’arrivo di settembre mi piacerebbe lanciare una chiamata pubblica, “adotta un playground”, invitando quindi i privati ad affiancare il Comune per far vivere gli spazi e i campi all’aperto sparsi su tutto il territorio. Un esempio tra tutti potrebbe il campetto da calcio accanto allo skatepark del Parco Ausa o altri campetti a Viserba, tutti progetti che potremmo candidare al Bonus. Potrebbe essere un’opportunità per contribuire non solo alla cura di questi spazi di quartiere – conclude l’assessore Brasinima anche a creare comunità e condivisione, a partire dai ragazzi ma non solo, in piena sicurezza”.

Ammontano a circa 2 milioni gli investimenti sugli impianti della città messi in campo per la prossima stagione sportiva. Per citarne alcuni, la manutenzione e le migliorie del palasport Flaminio (400mila euro), il pattinodromo di via Aleardi (157mila euro), le palestre scolastiche (Rodari, Panzini, Bertola, Lambruschini, Ferrari, Sforza, Fellini) e la riqualificazione del nuovo centro sportivo ex Waldorf con tre campi illuminati da paddle, più uno spazio polivalente inserito nel più ampio progetto del Parco del mare (167mila euro). Per quanto riguarda i grandi impianti, è stata completata la manutenzione dell’erba sintetica dello Stadio Romeo Neri, che ad agosto ha ottenuto l’omologazione FIFA (FIFA quality Pro 10), mentre è in programma nelle prossime settimane la riqualificazione degli spogliatoi del Palazzetto Flaminio.

Notizie correlate
di Icaro Sport