Indietro
menu
Richiesta di chiarimenti

Bar Giardini. Pd Riccione: che fine hanno fatto i ragazzi del Centro 21?

In foto: il bar del pattinodromo dei giardini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 25 ago 2020 08:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Pd di Riccione si chiede, alla luce di alcune segnalazioni da parte di cittadini, che fine abbiano fatto i ragazzi del Centro 21 che lavoravano al Bar Giardini. Una polemica che riesplode dopo qualche anno. Era infatti il giugno 2018 quando il Pd chiese delucidazioni sull’assegnazione della gestione del Bar alla Polisportiva Comunale che poi a sua volta venne ceduto in subaffitto all’ex consigliere comunale di Noi Riccionesi, Samuele Stefanacci, per 800 euro al mese. Senza una gara ad evidenza pubblica. L’amministrazione motivò la decisione con la presenza di una convezione con l’associazione Centro 21 finalizzata all’inserimento lavorativo dei ragazzi che frequentano il centro. “Un progetto sociale che anche noi approvammo” scrive il Pd. Dei ragazzi del centro 21 però ora non c’è più traccia nella struttura. “Senza voler sollevare polemiche strumentali poniamo dunque alcune domande di interesse per la comunità” scrive il Pd. “Se non c’è più convenzione con il Centro 21 e questo è il motivo della assenza dei ragazzi al chiosco, è stata sottoscritta una diversa convenzione a scopo sociale?“. E ancora. “Il subaffitto a S.A.B sas di Stefanacci in virtù di quale convenzione, contratto o accordo viene assegnato?

Secondo il Partido Democratico “qualora il progetto sociale fosse venuto meno si sarebbe dovuti procedere alla assegnazione per l’anno 2020 attraverso bando di gara per l’affidamento. L’affidamento alla polisportiva potrebbe essere illegittimo e, per ciò stesso, il chiosco potrebbe essere stato occupato per l’anno 2020 “sine titulo”.

Visto che “il bene appartiene ai Riccionesi, alla comunità” scrive il Pd “sarebbe opportuno eventualmente concedere ai tanti giovani talentuosi della nostra città la stessa possibilità concessa in questi due anni a S.A.B. sas di Stefanacci, così offrendo la possibilità di gestire un business di certo valore sulla base di una competizione trasparente ed equa“.