Indietro
menu
un mese dopo i fatti

Baby gang scatenata a Pennabilli. Arrivano le denunce

In foto: carabinieri
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 1 ago 2020 15:32 ~ ultimo agg. 19:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La notte tra il 27 e il 28 giugno un gruppetto di 4 giovani, due ragazzi e due ragazze, si era presentato in un noto locale notturno pennese. È l’1.30 del mattino quando le pattuglie della Stazione Carabinieri di Novafeltria e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Novafeltria intervengono chiamati dai clienti. Un mese dopo arrivano le denunce per i quattro vandali tra i 17 e i 19 anni tutti residenti in Valmarecchia. 

Questa notte di ordinaria follia costerà ai 4 ragazzi un deferimento all’Autorità Giudiziaria per reati che vanno dall’utilizzo indebito di mezzi elettronici di pagamento, alle lesioni personali e minaccia, al danneggiamento, alla ricettazione, nonché una cospicua richiesta di risarcimento danni da parte di diversi privati.

I fatti: 

I Carabinieri quella domenica trovarono i 4 agitatissimi giovani intenti ad inveire contro clienti del locale con insulti e provocazioni di ogni genere. Come se non bastasse, i due ragazzi stavano usando indebitamente anche una carta di credito, smarrita da qualche avventore, per pagare delle consumazioni. I ragazzi sono stati allontanati con fatica dal locale dai proprietari della struttura. Mentre prendevano la via di uscita, le due ragazze hanno ingaggiato una lite con due donne clienti del locale, minacciandole ed aggredendole, procurando loro delle lievi lesioni riscontrate successivamente dai sanitari dell’Ospedale Civile di Novafeltria. All’esterno intanto, uno dei due ragazzi, un 18enne di Novafeltria, se l’è presa con altri giovani e con le auto parcheggiate, lanciando alcune pietre: ha rotto un parabrezza e uno specchietto retrovisore. L’altro ragazzo è rientrato a casa con un ciclomotore MBK Booster, rubato che poi è stato restituito al proprietario.
Grazie alla collaborazione dei testimoni si è potuta ricostruire la nottata dei giovani tutti d’età compresa tra i 17 ed i 19 anni residenti in Valmarecchia.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO