Indietro
menu
Polemichein Valconca

Antenna e non solo. L'Amministrazione di Morciano contesta la Castellari

In foto: il Municipio di Morciano
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 14 ago 2020 18:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La questione dell’antenna Wind in via XXVV diventa per l’Amministrazione Comunale di Morciano occasione di aspre critiche sul complessivo operato di ELena Castellari come presidente dell’Unione della Valconca.
“A stupire è soprattutto il fatto che la presidente, fino ad oggi mai su questioni di vitale importanza per la sopravvivenza e il futuro dell’Unione stessa e della sua cittadinanza, trovi invece il tempo di redigere un comunicato fortemente strumentale e giocato tutto su stucchevoli rimpalli di responsabilità”. “Da un lato la Castellari si smarca da quella che sarebbe la propria funzione e dall’altro prende a pretesto una vicenda, come quella della nuova antenna di via XXV Luglio, per attaccare ancora una volta il Comune di Morciano di Romagna quando le circostanze richiederebbero invece la massima collaborazione e condivisione tra enti nell’interesse dei cittadini morcianesi e della Valconca”.

Per poi rincarare: “in questi due anni l’amministrazione comunale di Morciano di Romagna ha dovuto constatare la totale mancanza di qualsivoglia forma di condivisione da parte della presidente Castellari su questioni rilevanti per il suo territorio. Possiamo ricordare il tema della Rsa, la cui proprietà è stata perduta dall’Unione della Valconca per gli abusi edilizi dalla stessa compiuti, di fatto consegnando al Comune di Morciano di Romagna uno stabile che, nel 2018, stava per essere dichiarato inagibile, oppure la totale inadeguatezza per il territorio della Valconca del servizio della Polizia municipale causata dal totale disinteresse della presidente ad un suo rafforzamento.

Per non parlare poi della incapacità della presidente Castellari a trovare una soluzione al tema della sede dell’Unione Valconca e della Polizia municipale che, ad oltre due anni dalla richiesta del Comune di Morciano di liberare gli immobili occupati da 10 anni a titolo gratuito in funzione di una reale esigenza della comunità morcianese, ancora si arrabatta nel cercare di capire se e dove dovrà trasferire i servizi dell’Unione offendendo l’intera comunità morcianese”.
Fino alla “difesa d’ufficio dell’operato dell’Unione della Valconca in merito alla nuova antenna 3Wind posizionata in via XXV Luglio”. tema su cui i”nvece  essere solidale con un Comune rivolto a difesa della propria potestà in tema di qualità urbana non si pone il problema che con l’operato della “sua” Unione ha spuntato le poche armi in possesso degli enti locali in tema di inserimento di nuove stazioni radio base sul territorio”.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Andrea Turchini