Indietro
menu
Interrogazione in consiglio

Riqualificazione mercato coperto: due società interessate, ancora nessun progetto

In foto: Il Mercato Coperto di Rimini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 24 lug 2020 11:33 ~ ultimo agg. 25 lug 11:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il futuro del Mercato Coperto di Rimini, struttura che inizia a sentire il peso dell’età, è stato al centro di una interrogazione ieri sera in consiglio comunale. A chiedere lumi il consigliere di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi a cui ha risposto l’assessore Jamil Sadegholvaad. Dopo aver ribadito l’importanza del Mercato Coperto come volano per il centro storico e la centralità dei 150 operatori che ci lavorano, l’assessore ha confermato l’interesse di due società per l’area. I nomi sono quelli che girano da tempo: Conad e Renco, gruppo pesarese impegnato nei settori Energy e Building. Entrambe hanno chiesto informazioni su vincoli, convenzioni e quant’altro per valutare un progetto di finanza per la riqualificazione del mercato. Ad oggi, ha precisato Sadegholvaad, non c’è alcun progetto depositato. Renco ha in corso una interlocuzione con gli operatori, ha aggiunto, mentre di Conad non si hanno notizie da qualche tempo. Tra i temi sul piatto ci sarebbe anche la redistribuzione funzionale delle attività all’interno di un mercato coperto che verrebbe riperimetrato con la realizzazione di una piazza esterna e l’aggiunta di una porzione di piano aggiuntivo. L’idea, ha spiegato l’assessore, sarebbe anche quella di inserire alcuni pubblici esercizi per far vivere l’area per più ore. I chiarimenti non hanno però convinto il consigliere Renzi: tutto ancora fumoso, spiega, evidenziando che in base alle sue fonti il progetto Conad sarebbe accantonato mentre quello Renco non convincerebbe gli operatori. “Più percorribile pensare invece ad una manutenzione straordinaria – ha suggerito il consigliere –che sarebbe più a portata di mano in termini di costi anche per gli operatori.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione