Indietro
menu
A Riccione

Rette di nidi e infanzia da maggio: famiglie esonerate

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 29 lug 2020 10:48 ~ ultimo agg. 12:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Giunta comunale di Riccione ha deliberato l’esonero per le tariffe di maggio 2020 fino alla fine dell’anno educativo 2019 – 2020, vista la sospensione di attività dei nidi e delle scuole dell’infanzia per l’emergenza Covid. Il provvedimento, che non riguarda i centri estivi, segue quanto già fatto per le tariffe dei mesi di febbraio, marzo e aprile ridotte o azzerate.

L’esonero è stato accordato per i mesi di maggio, giugno, luglio e agosto 2020 alla tariffa dei NIDI D’INFANZIA COMUNALI e NIDO IPAB “Ceccarini” per i posti convenzionati; per le SCUOLE DELL’INFANZIA COMUNALI; per le SCUOLE DELL’INFANZIA STATALI; e per i SERVIZI AGGIUNTIVI (anticipo e prolungamento) per nidi e scuole d’infanzia comunali.

“Va da sé che l’amministrazione comunale ha inteso applicare un principio basilare nel rapporto tra chi fornisce un servizio e chi ne usufruisce. Una reciprocità concreta – ha detto l’assessore ai Servizi Educativi, Alessandra Battarra – che nel caso di specie indica anche una volontà dell’amministrazione di essere vicina alle famiglie e agli studenti”.

Guardando al nuovo anno scolastico, aggiunge l’assessore: “Ora con tante difficoltà e incertezze, rispetteremo il calendario imposto dal Governo per l’inizio dell’anno educativo, sperando di poter recuperare quel rapporto alunno – scuola così tanto trascurato”.

Notizie correlate
di Redazione   
Aperture gratis per il pubblico

Arte contemporanea, apre a Rimini il PART

di Redazione   
di Redazione   
VIDEO