Indietro
menu
L'intervento tramite i legali

Operazione Darknet. Pasquale Coppola: estraneo ai fatti contestati

In foto: operazione Darknet
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 23 lug 2020 15:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il commercialista Pasquale Coppola, tramite i suoi legali Massimiliano Giacumbo e Francesco Pisciotti, dichiara la “totale estraneità ai fatti che gli sono contestati” nell’ambito dell’operazione Darkweb della Guardia di Finanza (vedi notizia) che lo vede tra gli indagati.

Coppola precisa di avere avuto “contatti solo con tre soggetti e per ragioni meramente professionali, soggetti di cui chiaramente non conosceva le intenzioni, il passato o le frequentazioni, non avendo mai avuto modo di immaginare ipotetiche loro implicazioni o collegamenti con ambienti malavitosi”.

Coppola è iscritto all’albo dei ragionieri commercialisti dal 1989 e a quello dei dottori commercialisti dal 1993. A oggi, ha fatto sapere l’Ordine dei Commercialisti riminesi, risulta ancora iscritto ma sospeso. Coppola è stato di recente nominato sindaco supplente nel collegio dei revisori di Patrimonio Mobilità della Provincia di Rimini su proposta del Comune di Cattolica.