Indietro
menu
Operazione Carabinieri Cattolica

Minacce per riscuotere il debito di droga. Tre fermati

In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 13 lug 2020 10:45 ~ ultimo agg. 15:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In quattro mesi, da marzo a giugno, aveva acquistato cocaina per 8mila euro maturando un debito di circa 800. Cifra che, nelle pretese dello spacciatore 33enne albanese, era salita a 1500 euro. Una somma troppo alta per un uomo di Cattolica che ha deciso di rivolgersi ai carabinieri per porre fine anche alle minacce che stava subendo: dalla visita intimidatoria sotto casa con un pittbull, alla sottrazione del cellulare, trattenuto a titolo di garanzia. Sabato pomeriggio, mentre i carabinieri erano pronti ad intervenire, la vittima è stata nuovamente raggiunta dall’albanese accompagnato da due pregiudicati italiani di 46 e 42 anni. Nessuna minaccia velata ma l’intimazione a pagare subito il debito attraverso una ricarica poste-pay che l’uomo avrebbe dovuto effettuare sulla propria carta, nel frattempo consegnata allo spacciatore. A quel punto però è scattato l’intervento dei militari che hanno bloccato i tre malviventi. L’accusa nei loro confronti è di tentata estorsione aggravata. Vista la pericolosità dei soggetti e il concreto pericolo di fuga, è scattato per loro il fermo in carcere.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione