Indietro
giovedì 22 ottobre 2020
menu
Un nuovo progetto

Leonardo Ziliani (Rimini Beach Soccer) punta forte sul binomio sport-turismo

In foto: Leonardo Ziliani
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 19 lug 2020 11:04 ~ ultimo agg. 11:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Per chi come noi ha fatto del mondo sportivo e del benessere la propria casa e la propria vita, l’obiettivo
prioritario è quello di superare questo momento critico e difficile. Lo sport può aiutare il turismo a uscire dalla crisi post Covid-19″.

Ne è convinto Leonardo Ziliani, general manager del Rimini Beach Soccer: “la riviera di Rimini è il territorio giusto, terreno fertile per creare un binomio vincente: sport e turismo, per incrementare i numeri del core business. Sono fortemente convinto che sia un binomio vincente e che rappresenti una meravigliosa e straordinaria leva di marketing per attirare turisti.

Va studiata una giusta strategia, ben mirata. Per questo motivo stiamo lavorando per riportare importanti eventi di sport da spiaggia: lo sport è un canale privilegiato per incrementare i numeri del turismo. Penso che la città e la giunta comunale debbano credere maggiormente nell’importanza degli sport da spiaggia come il Beach Soccer, che fa della spettacolarità il suo cavallo di battaglia. Rovesciate e altri gesti atletici rendono infatti questo sport unico.

Rimini è una città strepitosa a 360 gradi e lo sport potrebbe dare quella spinta utile a rilanciare il turismo. Pensiamo anche che in questo periodo lo sport manchi a tutti, soprattutto lo sport dilettantistico e amatoriale, dove tutti hanno voglia di sfogarsi.

Stiamo lavorando per portare in Riviera un progetto sportivo che porti occupazione nella nostra città e nella nostra provincia, considerando lo sport di base simbolo di salute e integrazione, collaborazione, educazione e motore di rilancio.

Un segno forte per ridare un sorriso ed una speranza ai nostri giovani, alle nuove generazioni. Un progetto di “rinascita”, di ripartenza, attraverso una promozione sportivo-turistica intesa come rafforzamento di attività capaci di trainare una sana occupazione ma soprattutto un rilancio della crescita sociale e economica”.