Indietro
menu
A 50 mt dalla riva

Fondali irregolari. Divieto di balneazione davanti a zona Kennedy

In foto: la zona interessata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 8 lug 2020 15:51 ~ ultimo agg. 9 lug 14:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un’ordinanza pubblicata oggi dal Comune di Rimini istituisce il divieto di balneazione nella zona davanti ai bagni 27 e 28, finita sotto indagine della Procura dopo l’esposto della famiglia del 68enne riminese annegato lo scorso 24 giugno (vedi notizia). Il divieto parte a 50 metri dalla riva.

“A seguito della comunicazione della Capitaneria di Porto di Rimini dell’01/07/2020 nella quale si informa che da rilievi tecnici effettuati nello specchio acqueo antistante i bagni 27 e 28 di Rimini Sud sono state rilevate “alcune variazioni irregolari del fondale a partire da circa 90 metri dalla riva verso l’esterno” è stato istituito il “divieto di balneazione nello specchio acqueo prospiciente gli stabilimenti balneari nn. 27, 28/A e 28 apartire da circa 51 metri dalla riva e sino a 200 metri dalla stessa.

Una misura adottata, si legge nell’ordinanza del Comune di Rimini, “in via precauzionale e cautelativa, nelle more dell’acquisizione di ulteriori informazioni circa l’effettivo stato dei fondali marini, anche attraverso l’effettuazione di rilievi tecnici specifici”. Nella zona di mare in questione, specifica l’ordinanza, “a partire dal metro 201 dalla riva, la Capitaneria di Porto di Rimini, ha già provveduto ad adottare provvedimento di interdizione alla balneazione”.

Nell’esposto che ha portato all’apertura del fascicolo, la famiglia del 68enne chiedeva di verificare se ci fosse relazione tra i lavori del PSBO e il dislivello del fondale che avrebbe fatto perdere l’equilibrio all’uomo poi finito in difficoltà a causa delle correnti.

 

 

Notizie correlate
di Andrea Polazzi