Indietro
menu
Ambiente Provincia

Europa Verde sull'eolico. La svolta sulle rinnovabili non si fa con le belle parole

In foto: Europa Verde
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 7 lug 2020 09:10 ~ ultimo agg. 09:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sul fronte dei sostenitori del progetto del parco eolico torna a farsi sentire Europa Verde di Rimini. Per una vera svolta sulle rinnovabili non bastano più solo le belle parole, si legge in una nota: servono serietà e concretezza, non rifiuti a prescindere e polemiche non accompagnate da alternative.


Come Europa Verde Rimini ribadiamo nuovamente la nostra grande determinazione nel voler contrastare i cambiamenti climatici e tutelare le future generazioni. Ci mettiamo a disposizione e siamo aperti al confronto con tutti coloro che hanno veramente a cuore questo fondamentale obbiettivo: forze politiche, associazioni ambientaliste, Fridays for Future, privati cittadini, etc.etc.

Sul tema delle rinnovabili e della transizione energetica, abbiamo molto apprezzato la posizione di diversi amministratori, specialmente le parole del Presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi, che senza ipocrisia e nella veste istituzionale che rappresenta, ha dichiarato la necessità imprescindibile che anche questo territorio debba fare la sua parte, velocemente e con tutte le sue forze.
Per passare dal 3,4% di energia attualmente prodotta da fonti rinnovabili al 100% nel 2035, come sottoscritto dal programma regionale del Presidente Bonaccini, non bastano le belle parole e prima di affossare qualsiasi proposta, come quello del impianto eolico off-shore riminese, chiediamo venga approfondita in ogni suo aspetto la valutazione ambientale e paesaggistica del progetto.
Purtroppo continuiamo a leggere solamente tante polemiche, ma nessuna proposta alternativa utile… non non ci stiamo, chiediamo serietà e concretezza, NON C’È PIÙ TEMPO!

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Redazione