Indietro
menu
Miniera di Perticara

Crolla un pozzo della vecchia miniera. Dieci persone evacuate

In foto: il luogo del crollo
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 19 lug 2020 14:36 ~ ultimo agg. 20 lug 15:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’allarme è scattato attorno alle 5 di questa mattina quando alcuni residenti di Miniera di Perticara, nel comune di Novafeltria, si sono svegliati sentendo un forte boato. Usciti di casa si sono accorti che in una zona di via Donegani la terra aveva ceduto e si era formata una grossa voragine. Subito sono stati allertati i carabinieri, i vigili del fuoco e l’amministrazione comunale di Novafeltria.

Nel video il momento del crollo.

 

In quel preciso punto si trova il pozzo Alessandro risalente al 1870, profondo circa 300 metri, dove venivano calati i minatori, attraverso un argano, e da dove veniva estratto del materiale. Questo, come altri pozzi, sono stati poi chiusi con la realizzazione di due solette in cemento armato: una a circa trenta metri di profondità, l’altra in superficie. Quella in superficie alle prime luci dell’alba di oggi ha ceduto e il terreno, ma anche parte dell’asfalto della strada è crollato all’interno, portandosi con sè un grosso albero e un’ampia parte di recinzione.

Al momento c’è un cratere di 9 metri di diametro, per una profondità a vista di cira 8-9 metri. E’ stato necessario evacuare due famiglie che vivono in prossimità della zona del crollo, ancora molto instabile. “La speranza – spiega il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini da noi contattato – è che la soletta in profondità abbia retto e che il materiale si sia fermato. Ma per questo dovranno essere fatte verifiche da parte dei tecnici del Genio Civile. Noi al momento abbiamo messo in sicurezza tutta l’area. Purtroppo si è resa necessaria l’evacuazione di due famiglie che abitano in una casa che si trova a pochi metri dalla zona del crollo, una di sette e l’altra di tre persone che sono ospitate in un albergo a Novafeltria”. Domani saranno iniziate le verifiche per capire con esattezza qual è lo stato del pozzo.

Subito sono stati chiamati anche i gestori dei servizi gas, luce e telefono perché in quella zona passano diverse condutture.

 

Notizie correlate