Indietro
menu
Annunciato ricorso in appello

Tentata violenza su due turiste in spiaggia, oggi la condanna

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 25 giu 2020 17:30 ~ ultimo agg. 26 giu 12:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato condannato a un anno e quattro mesi il 37enne cittadino rumeno arrestato nel giugno 2019 dai Carabinieri con l’accusa di tentata violenza sessuale nei confronti di due sorelle tedesche di 30 e 31 anni. Il pm aveva chiesto un anno e otto mesi. Ha ottenuto uno sconto di pena per il rito abbreviato e per il riconoscimento dell’ipotesi lieve. L’uomo, difeso dall’avvocato Gordana Pasini ha seguito l’udienza in videoconferenza dal carcere di  Pesaro. Si è sempre difeso parlando di un approccio maldestro: dopo avere visto un gruppetto di ragazze uscire nude dall’acqua, secondo la sua versione, aveva cercato di avviare una discussione amichevole ma qualcosa era stato frainteso o qualche complimento non era stato gradito, così una delle ragazze lo aveva colpito con uno schiaffo alla nuca e da lì era nata una colluttazione alla quale si era aggiunto, a difesa delle ragazze, un giovane senegalese attirato dalle loro grida.

La tesi di essersi semplicemente difeso contro cinque persone non è servita però al rumeno ad evitare la condanna. La difesa ha annunciato il ricorso in appello.

Notizie correlate
di Redazione