Indietro
menu
a rivazzurra

Prima i calci alle auto in sosta, poi lo scippo ad un anziano. Straniero inseguito e arrestato

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 29 giu 2020 15:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ha scippato il cellulare ad un anziano, ma quando si è visto inseguito da due giovani che avevano assistito alla scena, è corso in spiaggia a nascondere il telefonino sotto la sabbia prima di essere arrestato dai poliziotti delle Volanti. E’ successo ieri mattina a Rivazzurra. Due equipaggi della questura, arrivati in viale Regina Margherita dopo che alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di tre perone che si divertivano a prendere a calci le aiuto in sosta e i bidoni, si sono imbattuti in due giovani e un anziano che rincorrevano un ragazzo di colore.

Lo scippatore, che si è poi scoperto essere uno degli autori degli atti vandalici alle auto in sosta, è corso in spiaggia, all’altezza del Bagno 100, per nascondere il “bottino”, poi ha continuato la sua fuga fino alla chiesa di Rivazzurra, dove gli agenti lo hanno bloccato a terra. Rifiutatosi di fornire le proprie generalità, lo straniero (un senegalese di 28 anni) è stato portato in questura, dove ha continuato a tenere un atteggiamento irruento nei confronti dei poliziotti. Al termine degli accertamenti, è emerso che alle spalle aveva un lungo elenco di reati contro il patrimonio.

Il senegalese è stato arrestato per furto con strappo, rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale e resistenza a pubblico ufficiale. Questa mattina, dopo aver convalidato l’arresto, il giudice ha disposto il trasferimento in carcere in attesa del processo che si celebrerà il 13 luglio. All’anziano derubato gli agenti sono riusciti a restituire il cellulare, scovato sotto la sabbia dopo minuziose ricerche.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO