Indietro
venerdì 27 novembre 2020
menu
Basket

La Santarcangiolese Basket conferma coach Cristian Evangelisti

In foto: Un time out di Cristian Evangelisti
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 18 giu 2020 09:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La società Santarcangiolese Basket è lieta di annunciare la conferma per la terza stagione consecutiva di Coach Cristian Evangelisti – si legge in una nota della società gialloblu – in attesa della conferenza stampa che entro la prossima settimana svelerà i programmi e la categoria che la squadra gialloblù andrà ad affrontare.

Ecco le parole di Coach Evangelisti.

Per la terza stagione sulla panchina della Santarcangiolese dopo una prima stagione arrivata all’ultimo atto con un’insperata promozione sfuggita al fotofinish, la seconda (la scorsa) interrotta come sappiamo a causa della pandemia, cosa si aspetta da questa che andrà ad affrontare?
“Voglio intanto ringraziare la società per queste due stagioni passate perché mi ha dato la possibilità di vivere un’esperienza incredibile, ed esordire come capo allenatore in C Silver, con uno sforzo organizzativo impensabile che ha permesso di raggiungere risultati oltre ogni attesa. In questa fase emergenziale, mi è stato proposto un nuovo progetto basato su giocatori giovani ed io ho accettato a prescindere dalla categoria che si affronterà anche perché mi è data la possibilità di lavorare diversamente dalle ultime due stagioni con una visione più a lungo termine con l’obiettivo di cercare di costruire qualcosa in prospettiva sia per la società sia per me stesso.”

Oltre alla possibilità di allenare giocatori giovani quali sono state le altre motivazioni che l’hanno spinta a rimanere a Santarcangelo?
“Devo dire che la coesione e lo sforzo comune di società, staff tecnico, giocatori e anche tifosi, che ho vissuto nelle due ultime stagioni sono stati la chiave che ci ha permesso di ottenere quei risultati. La fatica è stata tanta ma è stata ben ripagata dalle soddisfazioni come per esempio vedere 300 tifosi in trasferta a Castel San Pietro per la finale playoff o ricevere attestati di stima dai colleghi per il lavoro svolto e infine anche constatare la crescita di alcuni nostri giocatori che si sono affermati nelle ultime due stagioni come protagonisti del campionato. Io personalmente non mi preoccupo della fatica perché il lavoro è indispensabile per ottenere risultati, ma so che se continueremo a lavorare tutti assieme con la stessa dedizione potremo toglierci altre soddisfazioni”.

La prossima stagione parte con un grande punto interrogativo ovviamente a causa dell’incertezza dovuta alla pandemia di Covid-19. Quali sono le sue attese?
“Nonostante l’incertezza e con tutte le premesse del caso sono sicuro che affronteremo la stagione, qualsiasi sia la categoria, con la stessa voglia e con ancora maggiore entusiasmo. Devo riconoscere anche che la possibilità di allenare a casa mia cioè a Santarcangelo è una delle motivazioni principali che mi permette di lavorare dando sempre quel qualcosa in più. Quindi anche per la prossima stagione aspetto tutti i tifosi e gli appassionati al Pala Sgr perché in ogni caso noi saremo lì per dare il massimo e per farli divertire”.