Indietro
menu
il virus indietreggia

In provincia i malati attivi sotto quota 100. Le guarigioni salgono ancora

di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 4 giu 2020 18:54 ~ ultimo agg. 5 giu 11:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il doppio zero di ieri in provincia (nessun contagio e nessun decesso) ha trovato conferma anche oggi. Da 48 ore nel Riminese non si registrano né nuovi casi di positività né nuove vittime. Ma c’è un altro dato importante: i pazienti attivi, quelli che ancora non hanno debellato del tutto il virus, sono scesi sotto quota 100 (94 per l’esattezza). Da segnalare anche 9 guarigioni in più, che portano il totale a 1.730. A gioire, però, non è solo la provincia di Rimini, ma tutta la Romagna, che per la prima volta non vede aggiornarsi né il numero delle vittime e neppure quello dei contagiati.

In regione, invece, ci sono stati appena 18 casi in più (tutti in Emilia) a fronte di 5mila tamponi e 2.836 test sierologici effettuati. Sedici delle 18 persone risultate positive al coronavirus erano tutte asintomatiche e sono state individuate grazie all’attività di screening. Il nuovo obiettivo dichiarato dall’Ausl Romagna, quindi, è quello di andare a stanare il Covid-19, che ancora si nasconde in cittadini che non presentano sintomi.

Le nuove guarigioni a livello regionale sono 162, complessivamente oltre 21mila: il 75% sul totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia. Continuano a calare i malati effettivi, che a oggi sono 2.688 (-151 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare restano la stragrande maggioranza (circa l’86% di quelle malate), 128 in meno di ieri. I pazienti in terapia intensiva in tutta l’Emilia Romagna sono 49, nei reparti covid 320. Unica nota negativa di giornata, i 7 decessi in Regione (tutti in Emilia). Ecco perché ancora abbassare la guardia è vietato.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO