Indietro
menu
festa dell'arrivederci

Dal 3 al 9 giugno il saluto in sicurezza dei bimbi di nidi e materne

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 1 giu 2020 14:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dal 3 al 9 giugno le scuole materne comunali di Rimini saranno aperte per permettere agli alunni più piccoli di salutare maestre e compagni. Una lunga “Festa dell’arrivederci” con cui il Comune di Rimini ha deciso di chiudere l’anno scolastico di nidi e materne comunali. Un incontro nei giardini, sfruttando quegli spazi verdi in cui erano abituati a passare le mattinate prima dell’emergenza sanitaria.

I bimbi, accompagnati dal genitore, potranno entrare a turno, in piccoli gruppi di 5 o massimo 7. Gli incontri sono già stati calendarizzati per sezioni, cercando di garantire orari che tengano conto delle diverse esigenze lavorative – quindi anche il tardo pomeriggio feriale, dalle 18 in poi, e durante tutta la giornata di sabato. In ogni plesso è stato predisposto un percorso protetto, segnaposti per mantenere le distanze di sicurezza e i necessari strumenti di sanificazione.

Tutto è pronto – ricorda Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – per la lunga festa dell’arrivederci. Una festa lunga una settimana nei luoghi rappresentativi dei giardini del proprio asilo. Non ci siamo accontentati di un saluto qualunque, ma, prendendo in prestito le parole all’antropologo Marc Augè, abbiamo preferito ai nonluoghi di uno spazio all’aperto qualsiasi, i luoghi significativi dei giardini delle nostre scuole. Ripartire dalla condivisione e della gioia dell’incontro per troppo tempo sottratto dall’emergenza sanitaria, sono anche il migliore auspicio per il prossimo anno. Un lento ritorno alla normalità che, anche simbolicamente, vogliamo far passare proprio dalla bellezza dell’incontro”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna