Indietro
menu
quote rosa

Comune di Riccione sempre più "rosa" con 289 dipendenti donne su 409 totali

In foto: quote rosa
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 3 giu 2020 17:46 ~ ultimo agg. 17:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Riccione è un Comune “rosa”, su 409 dipendenti totali, 289 sono donne e 120 uomini. Inoltre, la presenza femminile per la categoria più alta, la “D”, è del 66% mentre per quanto riguarda i dirigenti, la metà esatta sono donne. Il quadro emerge nell’ambito dell’approvazione del piano triennale delle azioni positive 2020-2022 del Comune di Riccione, approvato questa mattina dalla Giunta.

Il piano recepisce il codice delle pari opportunità tra uomo e donna sul piano lavorativo e tutte le misure atte ad eliminare le discriminazioni di genere. Il Comune di Riccione ha al suo interno il Comitato unico di garanzia (CUG) che sostituisce e unifica le competenze in solo organismo dei comitati per le pari opportunità e i comitati paritetici sul fenomeno del mobbing. In ambito di CUG quindi si individuano tutte le azioni necessarie contro la discriminazione di genere, programmate su base triennale. Tra le varie misure messe in campo dal Comune di Riccione, oltre a corsi di formazione e il codice comportamentale del dipendente pubblico, c’è l’introduzione dello smart working e corsi di aggiornamento per i rapporti con l’utenza e i cittadini.  Tornando al dato statistico sui lavoratori pubblici del Comune di Riccione si nota come siano in maggioranza le donne anche nella categoria compresa tra i 31 e 40 anni (36) contro 13 uomini. Nella categoria dai 41 ai 50 anni: 88 donne contro 29 uomini.

“Il rispetto di un codice comportamentale e la vigilanza contro la discriminazione di genere nell’ambito della pubblica amministrazione – ha detto l’assessore al Personale, Luigi Santi – introdotto dal Comune di Riccione, è parte integrante del buon funzionamento della macchina pubblica. Così come è importante formare il personale ai rapporti verso l’esterno, ai cittadini e all’utenza. Per questo motivo introdurremo un corso di formazione specifico, già accolto positivamente dai rappresentanti dei dipendenti, che sarà caldamente consigliato alla quasi totalità dei lavoratori”.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Un dibattito surreale

A che ora nasce Gesù?

di Andrea Turchini
Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO