Indietro
menu
Scuola: linee guida irricevibili

Bonaccini: altri 2 miliardi a Regioni o stop a relazioni col Governo

In foto: Il presidente Stefano Bonaccini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 25 giu 2020 14:44 ~ ultimo agg. 20:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rapporti tesi tra Regioni e Governo. Il presidente dell’Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, a margine della presentazione dell’assestamento al bilancio 2020, non usa mezzi termini: “Col Governo bisogna che arriviamo un accordo, o stanzia altri 2 miliardi di euro per le Regioni a statuto ordinario o interrompiamo le relazioni istituzionali“.

Bonaccini si sofferma anche sulla riapertura delle scuole a settembre e sulle linee guida. “Le Regioni pretendono di trovare un accordo insieme ai Comuni e alle Province. Stiamo lavorando per questo, abbiamo lavorato intensamente tutta la notte. Vediamo“, spiega. “Mi auguro si possa trovare” un accordo, aggiunge, “altrimenti noi non potremmo dare l’intesa, ovviamente“. “Quelle linee guida che erano state presentate per noi non erano ricevibili. Abbiamo fatto delle controproposte che mi auguro il Ministero possa recepire e ho trovato grande disponibilità del ministro Azzolina“, aggiunge.