Indietro
menu
Rivalità tra Rimini e Forlì

Aeroporti. Il senatore Barboni alla politica: basta campanili e ambizioni personali

In foto: il senatore Barboni
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 18 giu 2020 10:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Discutere della sostenibilità dei due aeroporti non significa essere a favore di uno o contro l’altro, ma interrogarsi se la Regione o meglio il sistema Paese possa continuare a replicare doppioni sul territorio”. A dirlo è il senatore riminese di Forza Italia Antonio Barboni intervenendo sulla rivalità tra gli aeroporti di Rimini e Forlì (che riaprirà nella primavera 2021). “Abbiamo già capito che fiere e palacongressi devono essere razionalizzati nell’interesse di tutti – scrive – e credo che lo stesso si debba fare per gli aeroporti, perché la questione non può essere liquidata solo come una vicenda tra privati visto che attorno agli aeroporti ruotano notevoli costi pubblici che inevitabilmente ricadono sulla fiscalità generale”. “Il costo dei Vigili del fuoco, della Polaria della Dogana e della Finanza – prosegue – che sono funzionali ad un aeroporto non sono ininfluenti per i cittadini, sia in termini di costi che di migliore utilizzo delle risorse umane”.
Barboni suggerisce alla Regione di aprire un confronto su questi temi, “sperando di non essere in ritardo”, e alla politica, centro destra compreso, di usare “più obiettività e meno campanilismo.
L’aeroporto di Rimini esiste da 5 anni con incrementi di traffico continui e bilanci in attivo senza alcun sostegno pubblico fino ad oggi, mentre Forlì deve ancora aprire quindi il dibattito non può essere sullo stesso piano” spiega il Senatore. “Le polemiche politiche tra schieramenti contrapposti – prosegue – ci possono stare ma non si può coinvolgere nella polemica, con giudizi ingiusti ed approssimativi, Airiminum che viceversa si sta segnalando come un modello gestionale innovativo ed apprezzato nel panorama aeroportuale”. Per quanto riguarda il Ridolfi secondo Barboni la nuova gestione dovrà prima dimostrare dove intende porsi sul mercato “e la sua capacità di produrre traffico e non di sottrarre traffico” e in seguito “dovrà avere tutte le attenzioni avute da Parma e Rimini, ma non può certo pretendere attenzione a prescindere”.
Apriamo pure un tavolo di discussione a cui avrò il piacere di dare il mio contributo – dice –, ma occorre sgomberare il campo da fini campanilistici, elettoralistici e dalle ambizioni personali di qualche politico interessato solo al futuro della sua carriera”. “Gli Aeroporti saranno fondamentali per il rilancio del nostro turismo così duramente colpito, e proprio per questo dobbiamo sapere – conclude – che stiamo trattando un argomento molto delicato dai risvolti economici pubblici e privati molto importanti per cui la responsabilità della politica in un momento difficile come quello attuale impone a tutti di guardare al bene comune ed alla razionalizzazione delle risorse pubbliche”.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini