Indietro
menu
L'intervento del consigliere

Zoccarato (Lega) su Tari: aiuto non basta, Hera deve fare sconti e dilazioni

In foto: Matteo Zoccarato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 4 mag 2020 12:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Bene il provvedimento della Giunta di Rimini sui tributi locali, anche se con alcune perplessità sulle modalità di comunicazione, ma ora tocca ad Hera fare la sua parte. A dirlo è il consigliere comunale della Lega Matteo Zoccarato. “Abbiamo uno sconto di un sesto su base annua della tassa sui rifiuti – spiega – si tratta di un aiuto concreto ma totalmente insufficiente per compensare l’azzeramento di entrate delle nostre imprese, soprattutto di quelle di natura turistica. Per far fronte a questa operazione, peraltro, il Comune dovrà indebitarsi, pagare interessi e tagliare i servizi. E a pagarne le spese, in un futuro non lontano, saranno sempre i contribuenti.” Zoccarato chiama quindi in causa la multiutility. “Riterrei equo – dice – che anche Hera scontasse le tariffe 2020 al Comune di Rimini, e soprattutto concedesse dilazioni sulle prossime scadenze. Parliamo di decine di milioni di euro ogni anno; se anche solo una parte di questo denaro rimanesse nelle casse della città, sarebbe più semplice intervenire concretamente a sostegno dei contribuenti e con conseguenze decisamente meno dolorose per tutti.
Se davvero Hera si configura come una società funzionale al benessere della collettività” – conclude il leghista – “auspico che faccia la sua parte per venire incontro alle difficoltà dei riminesi.