Indietro
menu
dopo il consiglio

Pecci (Lega): solo proclami il Parco del Mare non esiste più

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 1 mag 2020 17:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
“Il Parco del Mare non c’è più”: una dichiarazione lapidaria quella del consigliere della Lega del comune di Rimini Marzio Pecci dopo che il progetto è stato al centro del dibattito del consiglio comunale di ieri sera per una variazione di bilancio.
Ora si parla di un’altra cosa, di arredo urbano. Il progetto iniziale del Parco del Mare dove gli albergatori con le loro strutture, il comune con le aree in fregio e col fondo stradale, i bagnini con le loro aree ed i chioschisti con i loro immobili avrebbero ridisegnato e ristrutturato il tutto dando vita ad un nuovo Waterfront che, oggi, non esiste più.
Il comune – sostiene Pecci – avrebbe proposto agli operatori condizioni che sono state rifiutate. “Infatti delle 155 manifestazioni di interesse, sembra, ne siano rimaste solo 8/10 di cui gran parte costituita dagli imprenditori che hanno gli immobili alberghieri. Sentire “spacciare” questo progetto di arredo urbano per Parco del Mare significa offendere non solo l’intelligenza dei consiglieri di opposizione, ma di tutti i cittadini riminesi“.
Notizie correlate
di Redazione