Indietro
menu
dal palacongressi

Meet to Meeting con Doninelli, Scifoni, Zamagni e Scholz

In foto: la locandina dell'evento
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 21 mag 2020 13:28 ~ ultimo agg. 14:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Palacongressi di Rimini torna a riaccendersi per un evento digitale: la terza edizione di “Meet the Meeting”. Un appuntamento per anticipare alcuni degli appuntamenti della Kermesse in programma ad agosto e per raccogliere fondi. Lo scorso anno venne fatto in 40 piazze italiane, quest’anno sarà trasmesso sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Meeting, su Youtube anche con traduzione simultanea in inglese. A condurre l’evento sarà Elisabetta Soglio, direttrice di Buone Notizie, inserto settimanale del Corriere della Sera. A presentare le parole chiave e ad anticipare alcuni contenuti del Meeting 2020 special edition sarà il Presidente della Fondazione Meeting Bernhard Scholz. Con lui dialogheranno protagonisti dell’edizione 2020 tra cui Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia politica all’Università di Bologna e presidente della Pontificia Accademia delle Scienze sociali e lo scrittore Luca Doninelli. Atteso il contributo del regista e attore Giovanni Scifoni, lo scorso anno al Meeting con i suoi ‘Santi e altri racconti’, che commenterà nel suo stile il titolo del Meeting 2020 ‘Privi di meraviglia, restiamo sordi al sublime’. Sarà presente anche l’ad di Italian Exhibition Group S.p.A. – IEG Corrado Peraboni.

In collegamento anche altri ospiti, relatori, artisti che saranno protagonisti della prossima edizione, con contributi che verranno da varie città italiane. Un evento di piazza “digitale” che avrà protagonista anche quest’anno il vino. Nel 2019, infatti, sono state donate quasi 4.000 bottiglie di vino, fornite dal Consorzio Strada dei vini e dei Sapori dei colli di Rimini, a fronte di un piccolo contributo. Tra le sorprese più attese, il breve saggio musicale offerto dall’International Musical Friendship Orchestrakademie, un collettivo che unisce giovanissimi concertisti provenienti da Germania, Polonia, Russia, Lettonia, Austria e Italia.

I volontari delle piazze continuano a stupirci con il loro impegno e la loro creatività che sta giungendo in maniera capillare a tutti, coinvolgendo personalità e media locali“, racconta Nicoletta Rastelli, responsabile dell’evento. “Questa forma di partecipazione alla costruzione del Meeting sarà una delle modalità con cui i volontari, e chiunque desideri unirsi a noi, parteciperà alla special edition Meeting 2020″.