Indietro
menu
restyling da 450mila euro

La "nuova" palata restituita ai riminesi

In foto: Gnassi sulla palata con gli assessori Montini e Sadegholvaad
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 18 mag 2020 19:47 ~ ultimo agg. 19 mag 14:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ qui che questa mattina i riminesi hanno potuto godersi un’aria diversa, di libertà, in un luogo magico che il sindaco Gnassi ha definito dell’anima. Quella palata, immortalata da registi come Federico Fellini o scrittori come Marco Missiroli, è stata restituita alla città in una nuova veste. Un progetto da 450mila euro, pensato con l’obiettivo di intervenire su tutta l’area portuale, per migliorare le infrastrutture legate alla pesca, al turismo e al diporto, interessando sia l’area del molo di levante, sia l’ingresso della banchina del porto di pesca e il molo del faro.

In particolare, nella parte terminale del Molo di Levante, verso il mare, è stato messo in sicurezza il percorso pedonale sopraelevato a lato del capanno da pesca e della costruzione in cui ha sede il Rockisland, attraverso una elegante riqualificazione. La geometria dei nuovi parapetti è la medesima di quelli recentemente installati in corrispondenza della piccola darsena di via Destra del Porto, a protezione del percorso pedonale e ciclabile. Riqualificata anche la pavimentazione della banchina e del percorso pedonale sopraelevato che oggi si caratterizza per l’utilizzo del legno. “Finalmente – ha concluso GnassiRimini si riconnette al suo mare attraverso una camminata dell’identità”.