Indietro
menu
assembramenti e affetti instabili

Festeggia la fine del lockdown a casa di amici: 24enne riminese sanzionato

In foto: un controllo della polizia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 5 mag 2020 17:05 ~ ultimo agg. 21:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato intercettato dalle Volanti in piena notte mentre in sella alla sua bici percorreva via dei Martiri a Rivazzurra con un amico che invece è riuscito a dileguarsi. Alla richiesta di spiegazioni, il giovane ha ammesso candidamente: “Sono stato a casa di amici a Bellariva per festeggiare la fine del lockdown”. Un 24enne riminese, ieri, si è visto recapitare tra le mani un verbale da 533 euro. Infatti il suo spostamento non rientrava tra le motivazioni previste dall’ultimo decreto anticontagio, che consente le visite ai congiunti e agli affetti stabili, categoria quest’ultima nella quale non rientrano gli amici.

Sempre ieri gli agenti della questura di Rimini hanno sanzionato altre sei persone per inosservanza delle norme anticontagio. Tra queste figurano due 20enni di Cesena, un 21enne albanese e un coetaneo napoletano, tutti e quattro residenti a Cesenatico, che ieri notte intorno alle 3 sono stati sorpresi dalle Volanti in via Pomezia a Miramare mentre chiacchieravano in strada. Alla vista della polizia i quattro si sono dileguati, nascondendosi negli androni e nei cortili di alcuni condomini della zona. Scovati dai poliziotti, i 20enni, tutti identificati, hanno spiegato di abitare nelle vicinanze e di essere scesi in strada per fumarsi una sigaretta. Una menzogna presto scoperta che è costata ai quattro amici 400 euro di multa ciascuno.

Notizie correlate
di Redazione