Indietro
menu
Pero il prossimo anno scolastico

Alle elementari di San Martino dei Mulini un'aula all'aria aperta

In foto: il rendering
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 27 mag 2020 18:25 ~ ultimo agg. 28 mag 08:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella scuola elementare di San Martino dei Mulini sarà allestita una nuova aula all’aria aperta, pronta per l’inizio dell’anno scolastico 2020/2021. Entro l’estate saranno portati a termine i lavori di riqualificazione del giardino della scuola elementare “Giovanni XXIII”, dove è prevista anche la realizzazione di uno spazio dedicato all’outdoor education.

Nel dettaglio, l’intervento consisterà nella realizzazione di una nuova area didattica attrezzata nello spazio esterno della scuola, destinata alla lettura all’aperto e allo svolgimento di altre attività didattiche, con tavoli, sedie e un gazebo ombreggiante. La nuova aula sarà collegata alla scuola mediante percorsi privi di barriere architettoniche, mentre piante e arbusti arricchiranno il verde di pertinenza dell’edificio scolastico.

I lavori, per un importo di 55mila euro, sono finanziati dalla società Snam Rete Gas spa nell’ambito di un accordo siglato con il Comune nel 2019, come compensazione ambientale per l’intervento di rimozione del tratto esistente del metanodotto Rimini-San Sansepolcro e la collocazione della nuova condotta. Fa parte dell’accordo anche la realizzazione da parte di Snam di un “bosco per la città” in località Santa Giustina, nei pressi della nuova vasca di laminazione.

Il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Pamela Fussi sottolinea l’importanza dell’accordo raggiunto con la società Snam lo scorso anno, quando ancora l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 non si era manifestata. “Considerato alla luce della situazione attuale, questo intervento si inserisce infatti anche nel quadro più ampio delle iniziative intraprese dall’Amministrazione comunale per il rilancio della città a partire dagli spazi pubblici, che sono stati messi a disposizione delle attività economiche, di società e associazioni sportive oltre che della cittadinanza in generale”. “Stiamo studiando la possibilità di replicare questo progetto pilota in altre scuole del territorio.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Turchini   
di Redazione