Indietro
menu
l'idea dell'Ass. FPI

Una lettera per i nonni. La cura delle parole per chi è ricoverato

In foto: uno dei disegni inviati
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 14 apr 2020 13:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si chiama una “lettera per i nonni” ed è un’iniziativa nata per confortare tutte quelle persone anziane ricoverate in queste settimane per l’emergenza covid. In isolamento e senza i propri cari vicini. Ad idearla l’Associazione FPI della protezione civile di Rimini (https://www.fpirimini.it/).

Tutto è nato dall’esperienza di un associato che lavora in ospedale. “Oggi una paziente – ha raccontato – mi ha chiesto di leggerle la letterina del nipotino, una letterina fatta di cuoricini, piccole frasi di non mollare mai per potersi riabbracciare..ma la paziente affianco non aveva nipotini e niente letterine.. sarebbe fantastico una raccolta di lettere virtuali o reali di tutti i ragazzi che sono a casa per l’incitamento a non mollare a tutti i nonni che stanno lottando in ospedale..noi infermieri le leggeremo!

Perché le parole possono avere il potere di far sentire meno soli, possono infondere coraggio e portare speranza. All’appello dell’associazione ad inviare lettere o disegni alla mail unaletteraperilnonno@fpirimini.it hanno risposto in centinaia. Ora il progetto arriverà anche in altre parti d’Italia. Un piccolo grande aiuto per far sentire meno solo chi sta vivendo un momento difficile.