Indietro
menu
I casi comune per comune

Superate le mille guarigioni in provincia. Tra i nuovi casi un solo ricovero

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 28 apr 2020 18:28 ~ ultimo agg. 29 apr 16:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Partiamo dalle buone notizie, che riguardano i pazienti guariti (31 oggi, 1.020 dall’inizio dell’epidemia) e i ricoveri (appena uno nelle ultime 24 ore). Quelle cattive invece sono riconducibili ai decessi.

Se ieri il coronavirus aveva concesso una confortante tregua sul fronte dei decessi (nessuna vittima in provincia, non accadeva da un mese), oggi invece siamo costretti ad aggiornare il numero dei morti, cinque nelle ultime 24 ore. Sono tutti uomini: un 69enne, un 78enne, due 80enni e un 94enne. Il totale delle vittime da Covid-19 sale così a 195. Del resto, ieri, il commissario per l’emergenza Sergio Venturi era stato chiaro: “Ci dovremo abituare, purtroppo, a contare i decessi fino all’azzeramento dei contagi”.

Contagi che nel Riminese restano contenuti. Venti i nuovi casi di positività (ieri erano 16) per un totale di 1.973 persone contagiate. La diffusione del virus, però, si è stabilizzata. Lontani, infatti, i picchi di un mese fa, quando i contagiati giornalieri avevano addirittura raggiunto la tripla cifra. Sul podio dei contagi, sempre Rimini al primo posto con 722 casi positivi, seguita da Cattolica a quota 256 e Riccione a 240.

I casi comune per comune:

Rimini 722
Cattolica 256
Riccione 240
San Giovanni in Marignano 129
Misano Adriatico 124
Coriano 76
Santarcangelo di Romagna 64
Bellaria Igea Marina 42
San Clemente 38
Montescudo-Monte Colombo 37
Morciano di Romagna 39
Novafeltria 31
Saludecio 21
Verucchio 21
Pennabilli 10
Mondaino 10
San Leo 7
Montefiore Conca 8
Gemmano 4
Montegridolfo 6
Talamello 4
Poggio Torriana 7
Maiolo 2
Sant’Agata Feltria 1

Totale: 1.895

I dati ricomprendono anche residenti che, per vari motivi, possono essere stati diagnosticati fuori provincia.