Indietro
menu
Parlamento occupato

Raffaelli (Lega): pietra tombale di Conte su turismo

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 30 apr 2020 23:52 ~ ultimo agg. 1 mag 00:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Occupiamo il parlamento perché così non si va avanti”. A dirlo insieme agli altri parlamentari della Lega sono gli onorevoli Elena Raffaelli e Jacopo Morrone. Tra le priorità su cui vogliono portare attenzione c’è il turismo, di cui il Governo sarebbe reo di non occuparsi.
“L’intervento del premier Conte in Aula, un esercizio di pura retorica, ha messo una pietra tombale sul turismo. Eppure l’industria turistica è uno dei motori dell’Italia. Ma Conte ha stabilito che essendo il settore più colpito sarà ‘difficilissimo da recuperare’. L’unico contentino viene riservato al ministro Franceschini per il turismo culturale. E’ evidente che il premier non ha potuto scontentare uno dei ministri che, con più zelo, puntella il Governo. Ma non c’è da gioire: anche per il turismo culturale si tratta di fuffa. Il settore, soprattutto quello balneare, è quindi dato per perso, con buona pace dei milioni di imprenditori e lavoratori. La democrazia è sospesa, l’uomo solo al comando non ha idee, né piani e progetti e naviga a vista sulla pelle degli italiani, nonostante il grande dispendio di improbabili task force che stanno creando solo terrorismo e confusione. Noi ci attiveremo a sostegno del turismo attraverso la presentazione di emendamenti. E’ certo tuttavia che questo Governo non è all’altezza per far ripartire il Paese. Per questo occupiamo ad oltranza il Parlamento, per far capire al premier e al Paese che così non si può andare avanti”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione