Indietro
menu
due 20enni riminesi arrestati

Inseguiti durante i controlli anti-Covid, gettano la droga in una siepe

In foto: La marijuana sequestrata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 18 apr 2020 14:43 ~ ultimo agg. 19 apr 10:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con la città deserta, non sono passati inosservati ieri notte due 20enni riminesi che sulla stessa bici percorrevano viale Tripoli. A notarli i carabinieri della Stazione di Rimini Porto, guidati dal maresciallo Marco Manconi, impegnati nei controlli anti-Covid. La pattuglia ha subito invertito il senso di marcia e ha intimato ai due giovani l’alt.

I 20enni hanno accennato una breve fuga durante la quale uno dei due si è disfatto di un sacchetto di plastica lanciandolo in una siepe. Mentre venivano controllati, un militare ha recuperato l’involucro che conteneva 100 grammi di marijuana. Ricevuto il via libera dell’autorità giudiziaria, i carabinieri hanno perquisito la loro abitazione nella quale sono stati scovati altri tre involucri con all’interno 182 grammi complessivi sempre di marijuana. Recuperata anche una lista di possibili acquirenti.

I due 20enni, già segnalati in prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti, sono stati stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio. Questa mattina sono comparsi in tribunale per la direttissima e il giudice li ha condannati entrambi a 6 mesi di reclusione (pena sospesa) e al pagamento di 4mila euro di multa.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione