Indietro
menu
L'attività di vigili e Carabinieri

In Valmarecchia la Polizia Locale controlla 500 persone, sanzioni nei parchi

In foto: le forze dell'ordine
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 14 apr 2020 14:58 ~ ultimo agg. 16:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel fine settimana di Pasqua si sono intensificati i controlli della Polizia locale di Vallata sul rispetto delle misure per contenere la diffusione del Coronavirus. Tra il 4 e il 13 aprile sul territorio dei dieci Comuni dell’Unione Valmarecchia, la Polizia locale ha controllato 503 persone e 28 esercizi pubblici, per un totale di 437 autocertificazioni acquisite e 15 sanzioni comminate.

Sette contravvenzioni sono state elevate a Santarcangelo proprio questo fine settimana, comprese quattro sanzioni comminate nella giornata di venerdì 10 aprile per mancato rispetto del divieto di accesso ai parchi: si tratta, nello specifico, di multe da 280 euro se pagate entro 30 giorni, che salgono a 400 euro se non pagate entro un mese.

Anche i Carabinieri del Comando Stazione di Santarcangelo hanno intensificato i controlli e comminato diverse sanzioni nel fine settimana appena trascorso. Forze dell’ordine e Polizia locale di vallata, dunque, proseguono nella loro opera di presidio delle strade e dei luoghi di aggregazione abituale per verificare il rispetto delle disposizioni per il contenimento del contagio.

Nel frattempo, sono stati prorogati fino a domenica 3 maggio i blocchi stradali previsti nel Comune di Santarcangelo in seguito al riassetto della viabilità provinciale quale misura di contenimento per l’emergenza da Coronavirus. I transennamenti – individuati dall’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile lungo i confini del territorio provinciale – non hanno l’obiettivo di bloccare il traffico, ma di convogliarlo sulle strade principali dove sono presenti i varchi per i controlli delle forze dell’ordine relativi al rispetto delle disposizioni, che consentono di spostarsi esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, di salute o assoluta urgenza.

Notizie correlate
di Redazione