Indietro
menu
la storia

Solidarietà a domicilio, strozzapreti e polpette ai medici dell'Infermi

In foto: Il team di Per la Polpetta davanti all'Infermi
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 14 mar 2020 20:34 ~ ultimo agg. 15 mar 14:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un gesto autentico, spontaneo, venuto dal cuore di due giovani riminesi che gestiscono una polpetteria in via Madonna della Scala e indirizzato a chi, in questo momento di grande emergenza, è in prima linea per combatterla: i medici dell’ospedale Infermi. Questa mattina, Franco e Stefano, titolari di “Per la Polpetta”, hanno preso il telefono e chiamato l’ospedale di Rimini: “Salve, noi vorremmo preparare e consegnare del cibo al personale della Terapia intensiva… Sappiamo che per i medici e gli infermieri sono settimane dure e ci piacerebbe prenderci cura di loro”. Un’offerta che i sanitari hanno colto al volo: “Siete davvero molto gentili, accettiamo con piacere. Anche oggi, se volete”.

Franco Sacco e il suo socio Stefano hanno dato il via libera allo chef, mamma Teresa, e alla sua aiutante Laura, che nel giro di un paio d’ore hanno cucinato degli ottimi strozzapreti al ragù con polpette fatte in casa: “Un piatto semplice, che ricorda quelli della nonna, che ricorda casa. Abbiamo preparato una ventina di porzioni belle abbondanti, poi su ognuno dei contenitori abbiamo scritto una breve frase di incoraggiamento. E’ stato il nostro modo per far sapere loro che non sono soli, che siamo a conoscenza dei sacrifici che stanno facendo per aiutare la popolazione e per questo non smetteremo mai di ringraziarli. Siamo certi che tutto andrà bene, soprattutto grazie al loro impegno e dedizione“. 

A consegnare il cibo all’Infermi sono voluti andare di persona, muniti ovviamente di guanti e mascherine: “Siamo arrivati davanti alla porta del reparto – racconta Franco – poi un’infermiera si è affacciata e, ringraziandoci a nome di tutti, ha ritirato la consegna”. La speranza è che l’iniziativa di “Per la Polpetta” possa essere emulata anche da altri locali riminesi: Sarebbe bello se nei prossimi giorni altri ristoratori si offrissero di preparare qualcosa per medici e infermieri. In questo momento di grande difficoltà, ognuno di noi, nel suo piccolo, deve cercare di dare un contributo”. 

 

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna