Indietro
menu
a domicilio spesa e farmaci

Servizi per anziani soli: già una novantina di telefonate

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 16 mar 2020 13:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

90 telefonate ricevute, 24 spese a domicilio, 20 consegne di farmaci e 17 pasti attivati per anziani soli. Sono i numeri dei primi giorni del servizio dedicato creato dai Servizi Sociali del comune di Rimini per assisterne le persone più fragili. Sono 400 anche gli anziani monitorati. Il numero di telefono (0541-704.000 oppure 339-7729127) risponde dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18 e sabato dalle 8.30 alle 18. Il Comune di Rimini lo ha dedicato da mercoledì 11 marzo per creare un canale preferenziale dedicato agli anziani, le persone più a rischio.

Oltre ai servizi domiciliari vengono richieste informazioni sugli spostamenti e sulle norme di comportamento da seguire in questo periodo. Un servizio dedicato ai soggetti più vulnerabili grazie alla collaborazione con Auser, Caritas, Croce Rossa, una serie di numeri di assistenza a domicilio per le persone anziane ultra 65enni – o affette da problematiche sanitarie – per evitare che escano di casa. Si tratta di servizi già attivi per le persone non autosufficienti che vengono estese temporaneamente alle persone più vulnerabili al virus.

Il numero dei contatti prosegue ogni giorno – spiegano gli assistenti sociali del Comune di Rimini – con un ritmo di una quindicina di richieste in più al giorno. La priorità va a chi aveva criticità pregresse e a chi, pur non conosciuto in precedenza – è o da solo, o con i famigliari in quarantena e, dunque, impossibilitati a uscire. è importante ribadire che tutti coloro che hanno figli o parenti vicini, possono recarsi loro a fare la spesa e recarsi a domicilio a portargliela. A molti anziani ribadiamo che non è un divieto, molti sono preoccupati di non far uscire i loro figli o nipoti, ma a loro spieghiamo che possono farlo“.

Notizie correlate
di Andrea Turchini