Indietro
menu
L'esercito dei 30.000

Lega: Regione pensi anche a tutele per tirocinanti

In foto: il consigliere riminese Matteo Montevecchi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 20 mar 2020 15:38 ~ ultimo agg. 15:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

 “La Regione pensi a forme di tutela anche per i 30mila tirocinanti emiliano-romagnoli (nel 2018 la Regione aveva autorizzato 29.378 tirocini ndr) oggi a casa e senza alcuna forma di tutela”. Lo chiede il Gruppo regionale Lega E-R, che ribadisce: “Così come la nostra Regione si era distinta per tutelare i tirocinanti con una legge ad hoc (entrata in vigore il primo luglio scorso) che garantiva loro di ricevere un compenso (a titolo di indennità) minimo di 450 euro, così non può chiudere gli occhi di fronte al fatto che oggi, nel pieno dell’emergenza, i tirocinanti non godano né di assegni una-tantum, né di alcuna forma di cassa integrazione. Semplicemente non esistono. La cosa più grave è che ben 21.443 tirocini riguardano giovani con età comprese fra i 16 e i 29 anni, dunque proprio quella fascia di popolazione che più dovremmo sostenere guardando in prospettiva futura” sottolineano Matteo Rancan, Lucia Borgonzoni, Fabio Rainieri, Gabriele Delmonte, Stefano Bargi, Daniele Marchetti, Andrea Liverani, Massimiliano Pompignoli, Fabio Bergamini, Maura Catellani, Michele Facci, Matteo Montevecchi, Emiliano Occhi, Valentina Stragliati e Simone Pelloni.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Icaro Sport   
FOTO