Indietro
menu
Attese in giornata

Il sindaco Cecchini: probabili misure più restrittive. Santi: limitare mobilità

In foto: Sindaca Mirna Cecchini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 17 mar 2020 08:04 ~ ultimo agg. 16:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nonostante i provvedimenti presi finora, i contagiati in provincia di Rimini ieri hanno fatto un balzo di 84 unità, superando quota 500. Purtroppo nelle ultime 72 ore si sono registrati anche 17 decessi che portano il totale a 28 da quando è scattata l’emergenza Coronavirus. Numeri che potrebbero indurre Regione e Comuni a predisporre nuove misure più restrittive nelle prossime ore. Lo anticipa il sindaco di San Clemente, Mirna Cecchini.

Sono numeri troppo alti – scrive -. Si sta ragionando collettivamente di adottare entro la giornata di oggi, misure ancora più restrittive. Per quanto riguarda il comune di San Clemente, stamattina adotterò ALTRE ORDINANZE per limitare ancora di più le occasioni per uscire di casa. Mi spiace molto, ma sono assolutamente necessarie”. 

A livello comunale, come già fatto anche in altri comuni, il sindaco Cecchini ha deciso oggi per la chiusura dei CIMITERI ad eccezione delle sepolture, della CASINA DELL’ACQUA in Piazza Nilde Iotti,
della CASINA DEL LATTE in via Provinciale Conca,
e di DUE ATTIVITÀ che erano rimaste aperte come da deroga ai sensi del dpcm 11 marzo 2020. 

Ad annunciare nuovi provvedimenti anche il presidente della provincia Riziero Santi, intervenuto alla trasmissione di Icaro Tempo Reale. “Siamo come in guerra – dice – e dobbiamo difenderci dal picco di contagi che sta per arrivare. E l’unico modo per farlo è interrompere la catena del contagio e tenere separate le persone. Visto che ci sono però ancora troppo movimenti sul territorio anche per la sua conformazione e la sua vicinanza con la provincia di Pesaro Urbino, è necessario fare qualcosa per limitare la mobilità.”