Indietro
menu
altre 4 persone denunciate

Fermato in bici di sera, si giustifica così: "Avevo voglia di una birra"

di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 19 mar 2020 17:04 ~ ultimo agg. 20 mar 10:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Avevo voglia di una birra, che male c’è?”. E’ stata la risposta data da un moldavo di 25 anni ai poliziotti delle Volanti che ieri sera, poco dopo le 21, lo hanno fermato in sella alla sua bici in via Regina Elena. Immediata la denuncia. Ma non è il solo pizzicato ieri fuori casa senza un valido motivo. In mattinata un 50enne riminese, residente in via Zavagli, è stato fermato a piedi in via Marradi. Alla richiesta di spiegazioni, l’uomo, con fare strafottente, si è giustificato così: “Conosco le restrizioni, ma sono a piedi e vado dove mi pare”. Le norme anticontagio lo consentono solo per motivi di necessità, salute e lavoro, quindi anche in questo caso è scattata la denuncia.

Stessa situazione ripropostasi sempre ieri con un altro riminese di 55 anni che, trovandosi a piedi, credeva di poter andare dove voleva. C’è poi chi non sopporta più la convivenza forzata con i propri genitori. E’ il caso di un 25enne residente a Montescudo, fermato dalle Volanti in via Pintor, a Rimini, intorno alle 22.40. “Ho litigato con mia madre – ha dichiarato il giovane – da quando non può più andare dal parrucchiere è sempre nervosa, non la sopporto più”. Per finire i poliziotti della questura di Rimini hanno sorpreso un 20enne tunisino mentre cedeva dello stupefacente in spiaggia, a Rivazzurra, ad un giovane. Inseguito e bloccato, è stato perquisito. Addosso aveva 25 involucri di eroina, per un totale di 11 grammi. Il nordafricano è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio e per inosservanza delle norme anticontagio. L’acquirente, invece, è riuscito a fuggire.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO