Indietro
menu
In uno scenario in evoluzione

Emergenza coronavirus, le azioni di Start Romagna

In foto: alcuni bus di Start
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 13 mar 2020 08:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì i responsabili dei vari settori operativi di Start Romagna hanno definito una pianta organica in grado di garantire i servizi essenziali alla sua attività tecnica, gestionale e amministrativa. Ciò comporterà, nel rispetto delle disposizioni del Governo e degli accordi aziendali, l’utilizzo delle ferie di tutto il personale rimanente, così da attenuare al massimo i rischi di contagio. Un piano che è in fase di definizione anche alla luce delle nuove disposizioni regionali (vedi notizia).

Alle attività di sanificazione quotidiana dei mezzi, attività che – spiega l’azienda – in queste settimane è divenuta sistematica e da non confondere con l’abituale pulizia dei mezzi, Start Romagna come da prescrizione ha aggiunto tutti i luoghi di incontro fra persone e quindi le centrali operative, le palazzine amministrative delle varie sedi, ecc.

La drastica riduzione dell’utilizzo dei mezzi pubblici, in questi giorni ai minimi storici, ridurrà la presenza ad una persona nei box informativi e con orario diurno estesa alle 18.00. E’ sospesa la vendita dei titoli di viaggio a bordo; i biglietti potranno essere acquistati presso i punti vendita autorizzati e aperti secondo disposizione del Decreto, alle emettitrici automatiche o tramite smartphone con le App dedicate Roger, myCicero, DropTicket, Muver.

I Punto Bus modificano gli orari (lunedì – venerdì 7.30 – 18.00, sabato 7.30 – 13.00, domenica e festivi chiusi, compresa la nuova biglietteria della stazione FS Rimini). Attivo il Servizio Clienti (lunedì – venerdì 8.00 – 18.00, sabato 8.00 – 13.00, chiuso domenica e festivi). La vendita presso le emettitrici di bordo a Rimini sarà disabilitata nei prossimi giorni, l’acquisto sarà possibile a terra o con App. Tutte le informazioni generali sul sito www.startromagna.it o tramite i canali social Facebook e Telegram.

Quanto ai provvedimenti per la tutela degli autisti, che Start Romagna ringrazia per l’attività e la professionalità quotidianamente dimostrata anche in questo momento così particolare, l’Azienda è in contatto con tutte le Istituzioni coinvolte in termini di contenimento del contagio del coronavirus al fine di trovare le soluzioni idonee ad incrementare ulteriormente il grado di sicurezza a bordo dei bus.

Rispetto alle barriere fisiche di protezione, invocate dai sindacati, c’è un dialogo avviato con gli organi competenti e che rapidamente arriverà alla soluzione, poiché vanno considerati vari aspetti che vanno dalla sicurezza a bordo in caso di evacuazione rapida, conseguenti coperture assicurative, autorizzazioni da parte della Motorizzazione Civile, ecc.

Da subito l’Azienda si è attivata per comunicare alla clientela, tramite cartelli e segnaletica orizzontale, l’avvertenza di mantenere, come avviene ovunque in questo momento, la distanza di un metro anche dal guidatore che, ripetiamo, non può emettere biglietti a bordo.

A bordo di tutti gli autobus in servizio e del traghetto a Ravenna, Start Romagna ha affisso volantini informativi contenenti il decalogo delle avvertenze utili (lavaggio mani, distanze, ecc.) a contenere la diffusione del coronavirus. Le porte anteriori dei mezzi, normalmente utilizzate per l’accesso a bordo, saranno mantenute chiuse, pertanto i clienti potranno utilizzare esclusivamente la porta centrale e posteriore per la salita e la discesa. I passeggeri sono invitati a mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, anche dalla cabina di guida e dal conducente, come da indicazioni ministeriali.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
di Simona Mulazzani
Interventi del doc Garulli e della sua equipe

La chirurgia riminese eccellenza internazionale

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione